Racconti in valigia: Vivere da expat in Cina, tra curiosità e riguardo

Come vi immaginate la vita in Cina,? Saranno veri gli stereotipi sulla popolazione cinese?

Oggi il Panda ha intervistato per voi Viola, l’autrice del blog  Girl in Travel  nel quale racconta ai suoi lettori la sua storia, le sue esperienze da expat. Con lei scopriamo la vita da expat inCina, ma anche dei dettagli sulla cultura e identità della popolazione locale. Siete curiosi di scoprire cosa ci ha raccontato?

Ecco a voi le sue parole:

Ci racconti un pò di lei e di come nasce Girl in Travel;

Mi chiamo Viola e sono nata a Roma 29 anni fa. Quasi due anni fa sono salita su un aereo per la Cina, affascinata dalla sua storia millenaria e decisa ad imparare una lingua difficilissima per definizione. Sono partita per lavorare come insegnante di inglese, una delle occupazioni più gettonate per gli stranieri che vivono qui. Girl in Travel nasce dopo pochi mesi dal mio arrivo: inizialmente vivevo in una minuscola città dove non c’era assolutamente nulla da fare e volevo raccontare quello che a me sembrava un mondo completamente diverso e assurdo. All’inizio mi sentivo dentro un’esperienza kafkiana, con le persone che mi fissavano con gli occhi sbarrati perché straniera e l’inconveniente di conoscere soltanto una manciata di parole in cinese in un posto dove nessuno sa l’inglese. Poi mi sono spostata a Xi’an (la città dell’esercito di Terracotta): molto più grande e dove gli stranieri non sono una specie rara come nella Cina rurale; qui la gente ci fissa un po’ meno spesso e sul blog ho continuato a scrivere dei miei viaggi e della mia vita in Cina.

dav

Cosa l’ha portata in Cina? Quali sono le principali differenze che riscontra nello stile di vita cinese rispetto a quello italiano?

Mi ha portato qui la curiosità; prima di partire non sapevo nulla della Cina a parte qualche parola di Mandarino, me la immaginavo grande e affollata, ma per il resto non avevo idea di cosa aspettarmi. Le differenze con l’Italia sono tantissime, dalle regole sociali a quelle sul lavoro e in tal proposito non si smette mai di imparare. L’aspetto che più mi ha colpito è che la vita qui scorre a velocità doppia rispetto all’Italia, il tempo è denaro e tutto ruota intorno ai soldi: si passano tantissime ore in ufficio (anche se a noi stranieri va un po’ meglio). Il modello di una vita di successo in Cina è studiare moltissimo, cercare di entrare in una buona università, trovare lavoro, sposarsi relativamente presto e avere figli. In fondo questo è stato ciò che ha permesso all’economia cinese di crescere così rapidamente. La differenza più grande con l’Italia è forse la pervasività di internet: i cinesi sono assuefatti alla tecnologia e qui davvero si usa il cellulare per fare tutto: pagare cifre piccole e grandi negli esercizi commerciali, ordinare da mangiare al ristorante, farsi portare la spesa a casa, il pranzo, le medicine etc. Proprio perché si lavora tutto il giorno le persone apprezzano le cose semplici. I rapporti personali poi sono retti da regole completamente diverse. I cinesi tendono ad evitare il confronto in ogni modo e non dicono ciò che pensano in modo diretto. Un cinese difficilmente risponderà di no perché non è considerato educato. Va da sé che la comprensione reciproca ne risente molto!

Come definirebbe la popolazione e la cultura locale? Quali sono state le principali barriere e difficoltà che ha incontrato come expat in Cina?

I cinesi sono un popolo di una gentilezza e una cordialità straordinarie, aiutare uno sconosciuto in difficoltà è assolutamente normale. In generale gli expat in Cina vengono trattati con riguardo e curiosità, specialmente nelle città medio-grandi, dove gli stranieri non sono tanti come a Pechino o Shanghai. Quello che mi ha sorpreso appena arrivata è come l’Italia qui sia conosciuta solo per aspetti positivi come l’eleganza e la cultura, una cosa che mi ha fatto riflettere, perché noi italiani sappiamo essere davvero critici verso il nostro paese. A parte il grigiore del cielo durante l’inverno, tra le difficoltà che si incontrano in Cina metto la lingua; l’inglese è ancora poco diffuso, cosa che diventa un aspetto positivo se si vuole imparare il cinese. Ma a parte questo, non trovo davvero nulla che si possa definire una barriera insormontabile, con un po’ di spirito di adattamento la qualità della vita in Cina può essere davvero alta per noi stranieri, così come le opportunità lavorative.

Abbiamo visto che è una appassionata viaggiatrice. Quale è per lei il significato del viaggio? E… ha un viaggio nel cassetto?

Non ho mai dato un significato filosofico o spirituale al viaggio, per me viaggiare è andare a vedere coi miei occhi mondi sconosciuti, amo parlare con le persone del posto e più viaggio in Asia più mi rendo conto che è le differenze sono davvero molte, in fondo sono italiana e riporto sempre tutto al mio paese. Forse ogni viaggio per me ha un significato a sé, vivere e viaggiare in un paese come la Cina ha significato abbattere molti stereotipi banali e imparare ogni giorno, ma anche sentirmi orgogliosa del mio paese e della sua bellezza. Trasferirmi in Cina mi ha permesso di fare molti viaggi meravigliosi e di esplorare il sud-est asiatico. Il viaggio dei miei sogni per tanto tempo è stato l’India, dove sono riuscita a trasferirmi per un periodo dopo essermi laureata. Ora desidero moltissimo visitare Bali e l’Indonesia, che spero di vedere questo inverno.

Grazie Viola per averci raccontato di te e  per averci portato alla scoperta della vita in Cina  e della popolazione cinese, fornendoci dei preziosi consigli per quando ci andremo! Il Panda già prepara la valigia!

Vi ricordiamo che tutte le foto che vedete sono tratte proprio dalle esperienze di vita quotidiana di Viola

Quindi, se volete avere maggiori informazioni su di lei, sulla città,  o volete contattarla, vi lasciamo il link al suo sito qui.

Sei un viaggiatore? Vuoi vivere le stesse esperienze di Viola?

Visita il sito!

 

Condividi questo articolo con i tuoi amici

Come funziona Rolling Pandas?

req

Crea il tuo viaggio

  • Viaggia in tutto il mondo
  • Scopri 1000+ tour organizzati
  • Più di 200 partner scelti con cura
prev

Ricevi il preventivo

  • Manda la tua richiesta senza impegno
  • Ricevi il preventivo da un esperto locale
  • Prenota con un clic
go

Parti in sicurezza

  • Piattaforma per pagamenti sicuri
  • Utilizzato da centinaia di viaggiatori
  • Opzioni di pagamento flessibili

Vuoi fare un viaggio su misura?

mood_bad
  • Non ci sono commenti
  • chat
    Aggiungi un commento
    keyboard_arrow_up