Racconti in valigia: Vita da expat in Scozia

Oggi il Panda comincia la settimana intervistando Serena, expat in scozia ed autrice del blog. Faccio come mi pare, curiosi di sapere cosa ci ha raccontato? 

 

Ecco per voi la sua intervista:

 

Raccontaci qualcosa su di te e su come nasce il tuo blog;

Mi chiamo Serena e rappresento quelli partiti per l’estero senza certezze ne’ agganci e anche quelli che sono partiti quando erano gia’ nei loro trent’anni. Quelli, questi ultimi, che in Italia pensavano di essere troppo vecchi per qualsiasi cosa, in un paese che ti mette da parte se sul curriculum sei in eta’ da figli e sposata.

Sono partita con mio marito perche’ entrambi volevamo respirare di nuovo e la nostra prima meta e’ stata l’Australia. Eravamo certi di voler vivere e ricominciare li’ pur non avendoci mai messo piede e posso dire che e’ una esperienza che consiglierei a tutti perche’ con il Working Holiday Visa puoi vivere dall’altra parte del mondo, fare esperienze bellissime nella terra dei canguri e guadagnare parecchio, il che non guasta direi. Per noi Melbourne e’ stata casa (https://facciocomemipare.com/maggio-2015-sei-dove-vorresti-essere/) ed e’ stata la vita che volevamo, abbiamo vissuto tutto al massimo mentre tiravamo come muli al lavoro e malgrado i brutti momenti dei quali decidemmo comunque di fare tesoro ed opportunita’ di crescita.

Finito il WHV, il visto e’ una scommessa e per rimanere nella terra dei canguri devi essere skillatissimo e con esperienza o disposto ad investire tanti soldi per studiare qualcosa. Avevamo davanti l’opportunita’ di investire per un corso da chef, un lavoro che non ci faceva battere il cuore e che avremmmo continuato a fare solo per non farci buttare fuori. Ma il lavoro che fai e’ troppo importante perche’ lo fai ogni giorno e cosi’ abbiamo deciso di tornare a studiare in Europa e prendere un’altra laurea, questa volta in informatica. E’ stata una scommessa incredibile, ci sentivamo due matusa e avevamo paura, tanta, di non farcela a studiare in inglese ed in un sistema nuovo.

Ho lasciato l’Australia in lacrime e con la promessa di tornare ma il mondo e’ grande e l’Europa, dopo un iniziale momento di rifiuto, mi ha conquistata: qui sono stata cittadina dal giorno uno. Sono tornata in Europa per studiare e farlo gratis (https://facciocomemipare.com/10-motivi-per-studiare-gratis-alluniversita-in-scozia/) all’Universita’ in quel di Aberdeen e malgrado la difficolta’ di rimettersi ulteriormente in gioco e di dover lavorare cosi’ tanto per mantenerci, e’ una scelta fortunata che rifarei da capo e che, di nuovo, consiglierei a tutti. Il mondo e’ buono ed e’ pieno di opportunita’ come questa, se sei costretto e spento in una vita che non vuoi, ricordati che una opzione potrebbe essere far valere il tuo passaporto fortunato e spiccare il volo. Prenderai porte in faccia ma scoprirai anche tanto su te stesso e quello che puoi veramente fare ed ottenere lontano da casa.

Per questo motivo ho aperto il blog facciocomemipare.com, instagram (https://www.instagram.com/facciocomemipare/) e la pagina facebook (https://www.facebook.com/iofacciocomemipare/), perche’ in questi cinque anni di vita all’estero ho ricevuto tanto e volevo dare qualcosa indietro. Non considero stupida nessuna domanda perche’ anche io ci sono passata e quando posso cerco di rendere i miei articoli utili per chi pensa di trasfersi negli United Kingdom (https://facciocomemipare.com/trasferirsi-nel-regno-unito-tutto-quello-che-devi-sapere/).

A me l’Europa ha offerto la possibilita’ di studiare, di rimettermi in gioco, di vivere serena e di lavorare nel mio settore gia’ dal secondo anno di Universita’. Cinque anni fa non avrei mai immaginato tutto questo e neanche mi sarei immaginata una persona che ce la fa. Se non esci dalla tua comfort zone, almeno di tanto in tanto, non saprai mai cosa puoi ottenere andando a briglia sciolta ma con un obiettivo tuo in testa.

Cosa ti ha portato in Scozia? Quali sono le principali differenze che hai constatato nello stile di vita in Scozia rispetto all’Italia? Cosa ti manca invece dell’Italia?

L’Universita’. La Scozia non era nelle mie fantasia ed il primo anno ad Aberdeen e’ stato molto duro, la citta’ aveva poco da offrire ed io non ero disposta a prendere neanche quel poco. Devo pero’ tutto alla Scozia, che mi ha consentito di tornare a studiare e di laurearmi con il massimo dei voti mentre lavoravo e mi integravo nel loro sistema. Ora che vivo ad Edimburgo (https://facciocomemipare.com/perche-vivere-ad-edimburgo/) mi sento a casa, di nuovo e libera.

Le differenze principali sono proprio il senso di liberta’. Qui non sei i tuoi vestiti, non il tuo make-up, non il tuo orientamento sessuale o sesso e non il tuo lavoro. Puoi occuparti di quello che conta ed essere quello che vuoi. Puoi fare, ricominciare, disfare e crescere ad una velocita’ che non vedo uguale nel mercato del lavoro Italiano. Appena laureato, e qui a 22-23 anni lo sei, puoi gia’ avere in mano progetti che altrove vengono gestiti solo da colleghi e superiori che sono in azienda da tempo e che in te non vedono che una minaccia. Qui non devi spartirti le briciole o essere stagista a vita, qui puoi fare ed essere pagato il giusto mentre impari, sei considerato una forza lavoro nella quale si e’ investito ed un membro importante del team.

La differenza peggiore e’ il clima, qui in Scozia abbiamo qualche giorno dell’estate che conoscevo io a Roma e poi c’e’ da mettersi il giubbino (https://facciocomemipare.com/la-verita-mia-sul-clima-in-scozia/). E poi piove, spesso e questo puo’ influire sull’umore. Mentre scrivo pero’ stiamo avendo un Settembre incredibile, freddino ma con giornate proprio belle e limpide e la qualita’ della vita e’ cosi’ migliorata da quando viviamo ad Edimburgo che proprio non posso lamentarmi. 

Dell’Italia mi manca la mia gente ed il cibo ma non ho problemi nel provare il nuovo o il tipico e neanche la pizza con l’ananas.

Se dovessi consigliare ai nostri lettori 3 posti non turistici in Scozia, e un piatto scozzese da assaggiare, quale sarebbe?

Un piatto tipico sarebbe la scottish breakfast perche’ almeno una volta devi svegliarti con quel piattone sotto al naso.

Per i posti tipici purtroppo cado nel turistico ma perche’ non si puo’ venire qui e non fare un salto a Loch Lomond, al Castello di Dunnottar e alla valle di Glencoe. Tutte mete piuttosto nordiche ma che valgono la pena di affittare una macchina e godersi il panorama, tempo permettendo.

Affrontare la vita da expat: a cosa bisogna essere pronti? Che benefici ha portato questa decisione nella tua vita?

Pur conoscendone il significato, io non mi considero una expat che e’ una parola che mi sembra ormai significare “bianco che, per un periodo, si sposta con un buon contratto all’estero e spesso con casa e assicurazione sanitaria pagata” – ma una persona che e’ emigrata all’estero ed ha avuto paura di non farcela in molti momenti. A quei momenti non ti abitui mai ma se non hai le spalle coperte e’ proprio in quei momenti che impari chi sei e cosa puoi fare per portarti in salvo. La vita all’estero mi ha regalato una versione di me che io reputo migliore della precedente, piu’ aperta alla diversita’, piu’ attenta agli altri, piu’ affamata di fare (in un modo sano e bello) e piu’ serena. Mi ha regalato una professione bella.

 

Non tornerei mai indietro ma certo non e’ per tutti, rimane pero’ una esperienza che consiglierei perche’ e’ lontano da casa che a volte capisci cosa vuoi per te, per te e basta.  

 

Le foto che avete visto sono state scattate proprio da lui!

Vi ricordiamo che, se volete contattare Serena, volete ispirazioni e consigli per il prossimo viaggio in Scozia, o volete seguire le sue avventure, potete trovare il suo sito  qui 

Sei un viaggiatore? Vuoi vivere le le stesse esperienze di Serena?

Visita il sito!

Condividi questo articolo con i tuoi amici

Come funziona Rolling Pandas?

req

Crea il tuo viaggio

  • Viaggia in tutto il mondo
  • Scopri 1000+ tour organizzati
  • Più di 200 partner scelti con cura
prev

Ricevi il preventivo

  • Manda la tua richiesta senza impegno
  • Ricevi il preventivo da un esperto locale
  • Prenota con un clic
go

Parti in sicurezza

  • Piattaforma per pagamenti sicuri
  • Utilizzato da centinaia di viaggiatori
  • Opzioni di pagamento flessibili

Vuoi fare un viaggio su misura?

mood_bad
  • Non ci sono commenti
  • chat
    Aggiungi un commento
    keyboard_arrow_up