Racconti in valigia: Viaggiare in famiglia è una grande risorsa

Oggi il Panda ha il piacere di intervistare Francesca, esperta di viaggi ed co-autrice, insieme a Monia, del blog Famiglia tutto fare in viaggio, nel quale racconta ai suoi lettori delle sue esperienze, della sua vita e delle sue avventure di viaggio, dando preziosi consigli a coloro che vogliono mettersi in viaggio con la propria famiglia!

Ecco per voi la sua intervista:

Raccontatemi qualcosa su di voi e su come nasce il vostro blog

Ciao a tutti! Mi presento sono Francesca e insieme alla mia amica Monia due anni fa abbiamo creato il Travel Blog Famiglia tuttofare in viaggio. Siamo mamme di 4 maschietti e proprio grazie ai bimbi ci siamo conosciute 7 anni fa durante il corso pre parto.

Sono io la viaggiatrice seriale del duo, sempre pronta a partire in qualsiasi momento e per qualsiasi meta, Monia mi ha affiancata e supportata in questa avventura.

Amiamo conoscere il Mondo con le nostre famiglie, ma ognuna con modalità e tempi differenti che rispecchiano molto le nostre diverse personalità e passioni.

Io amo i viaggi on the road che costruisco sempre autonomamente, studiando nei minimi dettagli itinerari, particolarità dei luoghi, attrazioni e facendo sempre molta attenzioni a possibili offerte o modi per risparmiare. Per Monia viaggiare è scoprire invece il luogo conoscendo le caratteristiche della meta con tranquillità dando un’attenzione particolare ai nuovi sapori incontrati, la curiosa e intenditrice dei piatti culinari è proprio lei. Da quando sono arrivati i bimbi ha costruito vacanze privilegiando la comodità e scegliendo soprattutto strutture family friendly. Nella vita entrambe ci occupiamo di tutt’altre cose, io sono un’educatrice di territorio, Monia invece lavora per un gruppo finanziario.

Famiglia tuttofare in viaggio nasce per condividere i nostri viaggi, i week end in Europa e in Italia, le nostre gite fuori porta con l’intenzione di non dare un’unica idea o visione di viaggio, proprio per questo il blog è infatti aperto anche ai racconti di viaggio di qualsiasi nostro lettore.

Il blog vuole essere un luogo in cui un po’ tutti possono trovare spunti per scoprire nuovi luoghi, per sognare e per progettare del bel tempo, in famiglia, in coppia o da soli, in giro nel nostro bellissimo Pianeta.

Un luogo dove anche persone con stipendi normali possano pensare di poter intraprendere viaggi favolosi attuando strategie di risparmio che nei singoli articoli cerchiamo sempre di passare ai lettori.

Cosa cambia quando si inizia a viaggiare in famiglia?

Ho avuto la fortuna di avere due nonni giovani che mi hanno portata fino da piccola nei loro viaggi itineranti in giro per l’Italia, con loro ho conosciuto musei, parchi, borghi e castelli e grazie a loro è iniziata la mia passione per i viaggi. Quando sono nati i miei bambini è stato per me naturale cercare di trasmettere a loro la bellezza del viaggiare, del conoscere nuovi luoghi, di fermarsi ad ammirare un paesaggio o un castello.

Viaggiare con bambini cambia certamente il tuo modo di viaggiare. Cambia non perché si è obbligati per forza a frequentare mete semplici e banali, ma perché ti si apre un mondo di nuove opportunità, un modo diverso di curare un viaggio, una maggiore attenzione ai dettagli e altri ritmi che non sono affatto limitanti ma una grande risorsa per un viaggiatore.

Da quando i bimbi sono nati ho scoperto di poter vedere il Mondo con loro con quella curiosità e sorpresa che con l’età dimentichi lungo la strada, ma che loro riescono a risvegliare. Abbiamo imparato a spendere con più attenzioni i nostri soldi, siamo veramente diventati più bravi a gestire lo stesso budget che avevamo prima di loro, a conoscere meglio un luogo per poterlo raccontare a loro. Certo è sicuramente più faticoso soprattutto nella fascia 0-4 anni, ma è la stessa fatica che si vive in casa nel quotidiano perciò tanto vale viverla al meglio facendo ciò che si ama.

Avete dei consigli per le neo famiglie che si vogliono avventurare in un viaggio importante?

Noi abbiamo iniziato a viaggiare con entrambi i bambini sin da subito. Siamo dell’idea che i bambini sono sereni e felici quando hanno genitori felici e rilassati, se viaggiare è fonte di pace, tranquillità e gioia ogni posto da voi scelto sarà perfetto per tutta la famiglia.

Il primo consiglio che mi sento di dare è di fare ciò che vi fa stare più sereni e felici, non avere fretta di partire per mete lontane se non ci si sente pronti. Ci sono tantissimi posti stupendi anche in Italia e in Europa.

Se decidete invece di partire per un viaggio importante studiate bene l’area che volete visitare, accertatevi sulla situazione sanitaria del luogo, stipulate una buona assicurazione medica con eventuale annullamento viaggio, si sa che i bimbi hanno spesso il tempismo perfetto per ammalarsi, fate un salto dalla pediatra per eventuali farmaci da portare con voi.

Per maggiore tranquillità potete prenotare tutto dall’Italia prima di partire o affidarvi ad una agenzia di viaggio, ma ricordate sempre che gestire un bimbo all’estero è come gestirlo a casa, anzi secondo me è più facile visto che in vacanza sono presenti sempre entrambi i genitori cosa invece rara nella vita quotidiana.

Cercate luoghi che abbiamo attrazioni che possono incuriosire il vostro bambino a secondo dell’età anagrafica, dai 3 anni in su iniziate a coinvolgerlo nella stesura del viaggio, spesso per incuriosirli noi abbiamo utilizzato anche libri per bimbi sulle mete dei nostri viaggi.

Quale meta consigliereste per una famiglia?

Per una famiglia che vuole iniziare con una prima meta intercontinentale direi sicuramente Stati Uniti d’America, sono di parte perché sono una grande amante degli States (ho avuto la fortuna di visitare 30 stati). Gli Stati Uniti si prestano veramente benissimo con i bambini, sono un perfetto mix fra città, arte e natura.

Sanità ottima (certo d’obbligo la stipula di una buona assicurazione medica), cibo di ogni tipo reperibile ovunque, ristoranti con sempre un’attenzione per i bimbi, playgrounds magnifici, tantissime attrazioni e parchi nazionali e statali superlativi. Se penso poi ad un luogo specifico direi New York, non sono tantissime ore di volo, meno di 10 dall’Italia, a New York è bellissimo anche solo passeggiare per le sue strade, Central Park è uno dei parchi più belli al Mondo, con tantissimi e favolosi parchi giochi per bambini, musei per ogni età. Nel blog parliamo in diversi articoli di New York, c’è anche un articolo dedicato a come risparmiare in un viaggio nella Grande Mela.

Grazie Francesca per averci dedicato il tuo tempo, il Panda non vede l’ora di ripartire!

Vi ricordiamo che, se volete contattare Francesca, volete ispirazioni e consigli sul prossimo viaggio o volete seguire le sue avventure, potete trovare il suo sito  qui 

Sei un viaggiatore? Vuoi vivere le stesse esperienze di Francesca?

Visita il sito!

Condividi questo articolo con i tuoi amici

Come funziona Rolling Pandas?

req

Crea il tuo viaggio

  • Viaggia in tutto il mondo
  • Scopri 1000+ tour organizzati
  • Più di 200 partner scelti con cura
prev

Ricevi il preventivo

  • Manda la tua richiesta senza impegno
  • Ricevi il preventivo da un esperto locale
  • Prenota con un clic
go

Parti in sicurezza

  • Piattaforma per pagamenti sicuri
  • Utilizzato da centinaia di viaggiatori
  • Opzioni di pagamento flessibili

Vuoi fare un viaggio su misura?

mood_bad
  • Non ci sono commenti
  • chat
    Aggiungi un commento
    keyboard_arrow_up