Racconti in valigia: Viaggiare con i figli, ecco qualche consiglio

Si sa, per rilassarsi viaggiare con i propri figli non è la cosa migliore da fare,  ma grazie a Stefania vediamo qualche consiglio utile. Oltre ad essere una mamma viaggiatrice, Stefania è anche autrice del blog  Piedini in Viaggio dove racconta dei viaggi della sua famiglia ed entra in contatto con i suoi lettori.

Ecco a voi la sua intervista:

Parlami un po’ di te e del tuo blog

Il mio blog parla di viaggi in famiglia. “Piedini in viaggio” nasce al rientro del nostro primo viaggio intercontinentale in quattro, alle Maldive, un soggiorno “low cost” fuori da rotte super turistiche, a contatto con la popolazione del  posto. Sono rientrata cambiata nello spirito, come se qualcuno mi chiedesse di raccontare la nostra esperienza e così è nato tutto.

Sono una persona molto curiosa e sto cercando di passare questa cosa anche ai miei figli. Credo fermamente che il motore di tutto stia proprio nella curiosità, una persona curiosa ha una marcia in più, ha sete di conoscenza ed è aperta alle varie culture, ed è così che sto cercando di educare i miei figli, al viaggio, alle differenze culturali, alla conoscenza. Viaggiamo da sempre, i primissimi viaggi fatti con Giulia che aveva pochi mesi ci siamo buttati, abbiamo osato e abbiamo visto che alla fine grandi difficoltà non ce ne sono. Come ho scritto più volte sul mio blog, alla base di una famiglia che viaggia ci deve essere organizzazione e tanta pazienza, senza queste due cose non si va da nessuna parte.

 

Quando è nata la tua passione per i viaggi?

Ho sempre amato viaggiare, fin da piccola con i miei genitori. Credo sia nato tutto da lì, ogni estate un pezzetto diverso dell’Italia, ogni estate visitavamo un posto nuovo e soprattutto fin da piccoli non solo mare ma anche musei e città nuove da scoprire. Poi con il tempo ho scoperto di non riuscire più a fare a meno di visitare nuovi posti.. ma questa è un’altra storia 🙂

 

Pensi che viaggiare con i propri figli sia più difficile?

Non posso negarlo! E’ tutto più amplificato indubbiamente. In viaggio ci si stanca, e se prima potevi permetterti anche dei momenti di relax, ora non li hai più a tua disposizione. I bimbi sono sempre attivi, e quando non vogliono fare una cosa bisogna riuscire a gestire capricci e lamentele.

Viaggiare con i bambini richiede tanta motivazione ( e non nego che anche a noi spesso viene da dire “ma chi ce l’ha fatto fare??”) e tanta voglia di fare. Poi è comunque un discorso diverso in base al tipo di viaggio. Noi solitamente quando torniamo da un viaggio siamo più stanchi di prima, perchè giriamo, passeggiamo, scopriamo e maciniamo km. Discorso a parte se facessimo una settimana di vacanza relax in villaggio turistico.

 

Consigli che daresti prima di una partenza in famiglia?

– scegliete una meta che possa offrire qualcosa a tutti i membri della famiglia. Il che significa attività per bambini ma anche escursioni che possano interessare papà e mamma. Sono dell’idea che siamo tutti in vacanza e quindi ognuno necessita del suo spazio. 

Partite organizzati (nel limite del possibile). Non solo soggiorno e volo prenotati, ma anche aver studiato un pochino la destinazione in modo da aver contattato musei, parchi e quant’altro si voglia visitare, per fare in modo di arrivare in loco con biglietti saltafila che si traduce in evitare le perdite di tempo, la noia dei bimbi in attesa e le indecisioni sul da farsi.

preparate i bimbi al viaggio che farete. Questo consiglio vale ovviamente dai 2 anni in su e ora vi spiego meglio.

Quando decidiamo una meta da visitare, spesso nei mesi precedenti iniziamo a parlare del viaggio che faremo, questo li rende più partecipi e consapevoli di ciò che vedranno e scopriranno. Per esempio prima del viaggio in Danimarca, abbiamo visto il cartone animato della Sirenetta e a Copenaghen siamo andati a vederla sul molo. Prima di Bruxelles abbiamo parlato dei Puffi e poi visto il museo a loro dedicato. In questi giorni stiamo parlando delle Piramidi perchè a Novembre saremo in Egitto per il nostro primo viaggio di gruppo con il blog.

 

Ringraziamo Stefani per la sua disponibilità e per averci raccontato di lei e della sua bellissima famiglia.

Se volete maggiori informazioni su questo argomento o volete mettervi in contatto con Stefania,  vi lasciamo il link al suo sito  qui  

Sei un viaggiatore? Vuoi vivere le le stesse esperienze di Stefania?

Visita il sito!

Condividi questo articolo con i tuoi amici

Come funziona Rolling Pandas?

req

Crea il tuo viaggio

  • Viaggia in tutto il mondo
  • Scopri 1000+ tour organizzati
  • Più di 200 partner scelti con cura
prev

Ricevi il preventivo

  • Manda la tua richiesta senza impegno
  • Ricevi il preventivo da un esperto locale
  • Prenota con un clic
go

Parti in sicurezza

  • Piattaforma per pagamenti sicuri
  • Utilizzato da centinaia di viaggiatori
  • Opzioni di pagamento flessibili

Vuoi fare un viaggio su misura?

mood_bad
  • Non ci sono commenti
  • chat
    Aggiungi un commento
    keyboard_arrow_up