Racconti in valigia: un viaggio Saporito

Spesso, alcuni piatti, ci fanno viaggiare con la mente: le spezie, i profumi ma anche i colori ci portano in paesi lontani, e ci permettono di viaggiare senza muoverci da tavola.

A tal proposito, abbiamo oggi intervistato Rita, autrice del blog Saporita  che ci ha raccontato come i viaggi diventino una fonte di ispirazione per la sua cucina, e come dunque l’esperienza enogastronomica in viaggio non possa mancare.

Raccontami un po’ di te e di come nasce Saporita

Vivo a Trieste dal 2001 senza aver mai tradito le mie origini romane. Mi sono occupata per più di venti anni di restauro d’arte, coltivando nel frattempo la mia passione per la cucina e frequentando corsi amatoriali tenuti da chef ed esperti del settore.

Ho lavorato come cuoca in vari ristoranti della mia città d’adozione, e continuo ad aggiornarmi seguendo corsi e approfondisco le tecniche legate alla lievitazione che richiedono la stessa applicazione dei processi chimici nel restauro.

 

Il mio ideale lo ritrovo nella cucina Mediterranea: uso di verdure di stagione e possibilmente di provenienza locale, spezie e legumi per dei piatti colorati, saporiti ed evocatori di mondi vicini e lontani.

Si è parlato di me in un articolo della rivista Elle del 9 marzo 2019, e la rivista mensile di enogastronomia QB Quanto basta, pubblica delle mie ricette.

Attualmente tengo dei corsi di cucina nello spazio didattico di Eataly a Trieste, e ho in preparazione un libro sulla cucina triestina.

Gestisco da qualche anno il mio blog: Saporita blog (http://saporitablog.it), uno spazio in cui racconto di cucina, luoghi e decorazione, attingendo a ricordi ed esperienze di viaggio e trascrivendo ricette della mia famiglia e legate alle mie origini.

Quando viaggi, tendenzialmente, come selezioni  i ristoranti dove mangiare? Intuito, Tripadvisor, consigli dei locali? E’ importante l’apparenza esteriore del ristorante?

Ogni mio viaggio non può prescindere una lista di ristoranti da visitare, spesso frutto di consigli di amici esperti di cibo e bon vivre, ma anche di incroci tra articoli su siti specifici e consigli dei proprietari degli alberghi dove alloggio, che seguono dei criteri estetici e di buon gusto ben precisi.

Uso qualche volta Tripadvisor per confrontare i loro feedback con le mie notizie, ma non è un mio riferimento nella scelta del posto in cui mangiare.

 

L’apparenza del ristorante per me che sono un’esteta, conta parecchio.

Se c’è una cura nell’arredo spesso è riscontrabile nella cucina, ma non disdegno anche i posti semplici con un bel contatto con il paesaggio circostante e una cucina sincera e schietta.

Il viaggio diviene fonte di ispirazione per nuove ricette? C’è stato un viaggio tra tutti che ha segnato un punto di svolta nella tua cucina ?

Sempre, da ogni viaggio riporto cibi in valigia e profumi impressi nella memoria.

Che siano i capolavori della pasticceria e della lievitazione dalla Francia; l’uso delle spezie dall’India; i sapori del mare dalla Grecia; le meraviglie del cibo di strada dalla Thailandia; l’efficacia dei piattini condivisi dalla Spagna e la meraviglia di un purè di melanzane Ottomano ad Istanbul.

 

I sapori assaggiati durante i viaggi mi rimangono spesso impressi tanto quanto i luoghi e le architetture, e tornata a casa ripropongo le ricette dei piatti che ho più apprezzato.

 

Forse il viaggio che segna un punto di svolta nella mia cucina, deve ancora venire.

Confido nel medio oriente, per un uso delle verdure e delle spezie che apprezzo molto, forse la cucina Thai  -tra quelle provate in viaggio finora- è quella che considero più varia e interessante. Non fosse altro che per la complessità nel riprodurla

Hai un viaggio (anche enogastronomico nel cassetto)? Una destinazione, un ristorante specifico?

Ho un viaggio che ho in mente da un po’, che son sicura che sarebbe di grande soddisfazione sia culturalmente che dal punto di vista gastronomico: vorrei visitare l’Iran.

Spero di riuscire a realizzare il mio sogno entro il prossimo anno.

Non so voi, ma il Panda ha già l’acquolina in bocca vedendo tutti questi piatti preparati proprio da Rita! Le facciamo i nostri complimenti e la ringraziamo per il tempo che ci ha dedicato.

Se voi volete trarre ispirazioni la prossima cena o mettervi in contatto con Rita, vi lasciamo il link al suo sito  qui.

Sei un viaggiatore? Vuoi vivere le le stesse esperienze di Rita?

Visita il sito!

Condividi questo articolo con i tuoi amici

Come funziona Rolling Pandas?

req

Crea il tuo viaggio

  • Viaggia in tutto il mondo
  • Scopri 1000+ tour organizzati
  • Più di 200 partner scelti con cura
prev

Ricevi il preventivo

  • Manda la tua richiesta senza impegno
  • Ricevi il preventivo da un esperto locale
  • Prenota con un clic
go

Parti in sicurezza

  • Piattaforma per pagamenti sicuri
  • Utilizzato da centinaia di viaggiatori
  • Opzioni di pagamento flessibili

Vuoi fare un viaggio su misura?

mood_bad
  • Non ci sono commenti
  • chat
    Aggiungi un commento
    keyboard_arrow_up