Un viaggiatore innamorato della sua Liguria

Buongiorno Community dei Panda, iniziamo questa giornata con Pietro, un appassionato viaggiatore, ma col cuore sempre nella sua Liguria. Tramite il suo blog, Pietrolley, ispira i suoi lettori ad intraprendere nuovi viaggli.

Ecco qui le sue parole:

Parlami un po’ di te e del tuo blog

Mi chiamo Pietro, sono nato nel 1988 e vivo ancora nel paese dove sono cresciuto, Altare, situato nell’entroterra savonese. Nella vita lavoro come impiegato nel settore pubblico, ma da qualche anno possiedo anche un blog di viaggi che rappresenta principalmente una passione, anche se sotto c’è tanto lavoro, impegno, sacrifici e ore dedicate. Il blog nasce nell’ottobre 2015 come un sito semi-gestito, per poi diventare completamente mio dopo un annetto.Il blog si chiama Pietrolley, che unisce il nome col fedele compagno di viaggio. Potevo anche non spiegarvela 😀 Racconto le mie avventure solitarie in giro per l’Italia e l’Europa, anche se in futuro vorrei scoprire nuovi continenti. Quello che la gente può trovare sfogliando le pagine del sito sono esperienze slow, ovvero vissute e godute lentamente, e viaggi principalmente a tema culturale, sia nelle città che nei borghi.

Oltre al mondo dei viaggi, sono appassionato di sport, in particolare il calcio: sono interista sfegatato! Da diversi anni suono il basso elettrico, o meglio strimpello, e mi auguro in futuro di poter riprendere con una band, perchè trovo spettacolare esibirmi live sul palco e scatenarmi davanti alla gente. Sono anche un milite volontario della Croce Bianca, lo faccio con orgoglio da diversi anni: aiutare chi ne ha bisogno e ricevere un “grazie” direttamente dal cuore è sempre un’emozione vera.

Quando hai scoperto di essere appassionato di viaggi?

Da piccolo non ho mai viaggiato molto, eccezion fatta per le settimane in montagna con la mia famiglia. Ho girato diverse vallate, tra Piemonte, Valle d’Aosta, Lombardia e Trentino Alto Adige. Nel periodo adolescente ci ho un pò mollato, e a dire il vero non ho viaggiato praticamente nulla. Fino a quando, sette anni fa, sono partito per un breve weekend con un mio amico, destinazione Londra. E’ stato l’inizio di tutto: solo sette mesi più tardi sarei partito per un viaggio in solitaria (il primo della mia vita!) a New York. Inizio col botto, insomma! Il mio contratto lavorativo di allora, basato su un part-time di soli quindici giorni, mi ha permesso di fare numerosi viaggi e incrementare sempre di più la voglia di scoprire posti nuovi. E’ poi nato il blog, ho continuato a viaggiare e cominciato a scrivere, il contratto di lavoro si è trasformato in full-time, ma ciò nonostante per fortuna non è mai mancata la possibilità di vivere esperienze nuove, spesso riconducibili anche solo a una semplice gita giornaliera o un breve weekend.

 

Raccontami di un viaggio che ti ha colpito particolarmente

Scegliere un viaggio non è semplice, ne ho fatti tanti! Immediatamente ho pensato al Gargano, in Puglia. E’ stato uno dei miei viaggi più belli, in una terra ancora selvaggia ma piena di bellezza e spensieratezza. E’ stato il primo viaggio dopo un brutto infortunio avuto alla spalla destra che mi ha rovinato gran parte dell’estate. A settembre sono riuscito a partire e mi sono goduto al 100% cinque giorni nel Parco Nazionale del Gargano. Purtroppo, tra borghi bianchi arroccati, calette magiche, folta natura e prelibatezze locali, il tempo è volato! Ma conto sicuramente di tornarci un giorno o l’altro, per assaporare ancora una volta quell’atmosfera felice.

 

Raccontami di qualche perla nascosta in Liguria 

Se parliamo di perle nascoste, penso subito ai borghi interni. Te ne voglio citare due, posizionati in Val Neva, sulle alture dell’albenganese. Ad inizio 2019 ho trascorso una soleggiata domenica in due paesini tranquillissimi, Castelvecchio di Rocca Barbena e Zuccarello. Sono situati a pochi minuti l’uno dall’altro e quindi consiglio di visitarli insieme. Il tempo sembra essersi fermato, pare un ritorno ai tempi medievali. Castelvecchio si trova in posizione arroccata e prende il nome dal vecchio castello, ora residenza privata. Per arrivarci bisognerà entrare in un dedalo di viuzze strette su cui si affacciano antiche case in pietra, in un contesto naturale stupendo. Zuccarello è conosciuta per un ponte romanico super fotografato che attraversa il torrente Neva. Il centro del borgo consta praticamente in un asse principale delimitato da due vecchie porte d’accesso, fatto di case colorate che poggiano su portici medievali.

Entrambi fanno parte del circuito dei Borghi Più Belli d’Italia e devo dire che se lo meritano pienamente. Provare per credere! 😉

 

Ringraziamo nuovamente Pietro per la sua disponibilità e per la sua voglia di raccontarsi.

Per chi desiderasse maggiori informazioni in merito , o volesse  mettersi in contatto con Pietro,  vi lasciamo il link al suo sito  qui.

Sei un viaggiatore? Vuoi vivere le le stesse esperienze di Pietro?

Visita il sito!

Condividi questo articolo con i tuoi amici

Come funziona Rolling Pandas?

req

Crea il tuo viaggio

  • Viaggia in tutto il mondo
  • Scopri 1000+ tour organizzati
  • Più di 200 partner scelti con cura
prev

Ricevi il preventivo

  • Manda la tua richiesta senza impegno
  • Ricevi il preventivo da un esperto locale
  • Prenota con un clic
go

Parti in sicurezza

  • Piattaforma per pagamenti sicuri
  • Utilizzato da centinaia di viaggiatori
  • Opzioni di pagamento flessibili

Vuoi fare un viaggio su misura?

mood_bad
  • Non ci sono commenti
  • chat
    Aggiungi un commento
    keyboard_arrow_up