TEMPO DI LETTURA: 8 minuti

Benvenuta primavera con l’Holi Festival in India

 

“Bura Na Mano Holi Hai!” che significa “Non arrabbiarti, è il giorno dell’Holi!”

L’Holi Festival in India , o meglio conosciuto in occidente come festival dei colori, ormai è un rito di passaggio che segna la fine del freddo inverno per dare inizio alla ben più calda e colorata primavera.

Dall’India l’Holi Festival è stato esportato nella cultura occidentale come un’occasione per fare festa a ritmo di musica spesso elettronica e polveri di diversi colori che vengono lanciate per creare un’atmosfera gioiosa: una vera moda tra i giovani.

Nella terra dei grandi contrasti, dove la grandezza dei magnifici palazzi si accompagna alla semplicità dei villaggi di pescatori e tessitori, nel paese dove l’antico e il moderno si combinano perfettamente, l’Holi Festival rappresenta un puzzle coloratissimo di presente e passato in grado di combaciare in armonia.

 

  1. Cos’è l’Holi Festival?
  2. L’Holi Festival in India
  3. L’Holi Festival nel mondo
  4. Holi Festival in India: quando si festeggia
  5. I colori nell’Holi Festival

 

Rotola insieme al panda fino all’Holi Festival in India, per festeggiare l’arrivo di questa splendida stagione in allegria!

 

1. Cos’è l’Holi Festival?

 

L’Holi in India nasce come festa per simboleggiare la vittoria del bene sul male, in particolare il rogo e la distruzione di una demonessa di nome Holika con l’aiuto del dio indù Vishnu. Si festeggia anche l’arrivo della primavera e l’addio all’inverno, ma è anche un momento di incontro e di puro divertimento e si dimenticano i dolori e si perdona. In questa occasione vengono meno anche le rigide strutture sociali tipiche della società indiana: ricchi e poveri, vecchi e giovani, uomini e donne festeggiano e scherzano insieme.

Ma oltre a testimoniare un momento di rinascita e di buon auspicio, l’Holi è anche la festa della fratellanza e dell’amore romantico. Infatti una delle usanze più comuni, tra gli innamorati, è colorarsi la faccia a vicenda!

Inoltre l’Holi è apprezzato per le sue virtù mediche in quanto gli indiani ritengono che il colore abbia un’azione purificante sul corpo, che penetrando nella pelle, rafforzerebbe le difese naturali del corpo per allontanare ogni malattia. Provare per credere!

Ma cosa c’è dietro l’Holi Festival in India? Quali leggende si nascondono dietro questo evento così colorato e gioioso?

Esistono diverse storie che aleggiano intorno alle origini dell’Holi Festival. Prime fra tutte, la mitologia induista fa risalire l’inizio della festa e il suo carattere brioso e giocoso alle buffonate del dio Krishna che amava fare scherzi alle ragazze del villaggio. E in particolare un giorno decise di farne uno alla sua sposa Radha, geloso della sua pelle chiara, e le dipinse la faccia con dei colori: è da qui il motivo per cui le coppie di innamorati si dipingono reciprocamente il viso.

L’Holi Festival quindi si collocherebbe a metà tra il Carnevale per l’aspetto caotico e trasgressivo e San Valentino per il carattere romantico.

Secondo un’altra leggenda l’Holi in India testimonia la rievocazione simbolica di un antico mito.

La storia ruota intorno alla figura di Hiranyakashipu, un re demone il cui fratello venne ucciso da Vishnu e di cui tentò di vendicarne la morte. Per sfidare il dio Vishnu e per acquisire la forza necessaria per vincerlo, il re tiranno si sottopose a lunghi anni di penitenze e, alla fine, gli fu concesso un aiuto divino, evento che lo fece sentire invincibile e si autoproclamò unico sovrano e dio.

Ma il suo giovane figlio non era d’accordo e continuò ad adorare Vishnu, di cui era un fervente credente, scatendando le ire del padre che chiese aiuto alla sorella Holika che, si diceva, fosse immune al fuoco. Prepararono quindi un rogo per ucciderlo ma la totale e completa devozione del giovane nei confronti di Vishnu lo salvarono dalla violenza del fuoco, mentre Holika venne ridotta in cenere.

Per questo motivo “Holi” significa “bruciare” e simboleggia quindi la definitiva sconfitta del male in favore del bene, la vincita del coraggio e della lealtà contro la vanità e la presunzione.

Infatti ancora oggi i falò che vengono accesi alla vigilia dell’Holi, rievocano proprio questo mito e in particolare la cremazione di Holika, quasi a voler annientare gli spirito del male con il potere del fuoco.

La funzione purificatrice del fuoco e lo spirito catartico della festa, rappresenta per gli indiani di oggi, l’occasione per mettere da parte le proprie inibizioni, abbattere le barriere sociali e godersi un giorno di sfrenato ed intenso divertimento.

Il mattino successivo ai falò purificatori, tutti si riversano nelle strade e nelle piazze.

Parola d’ordine: vestirsi di bianco. Ed è qui che comincia la festa:  si inizia, gli uni con gli altri, a lanciare e spruzzare acqua e polvere colorata (gulal): l’atto di lanciarsi queste ultime serve proprio a mantenere vivo lo spirito di festa e spensieratezza ma anche per una motivazione ben più profonda. Ogni colore ha un suo significato ben preciso nella tradizione induista e per fare in modo che il rito funzioni è necessario che le polveri si attacchino alle persone e infatti  al termine dell’Holi Festival ogni partecipante avrà un colore predominante sui propri vestiti.

Il tutto accompagnato è da fiumi di cibo e da due tipi di bevanda che contribuiscono a creare un’atmosfera frenetica e disinibita: il Bhang, una bevanda a base di latte, mandorle, spezie e foglie di marijuana, e il Thandai, con latte, zucchero, mandorle tritate, semi di girasole o di zucca e spezie.

E dopo la tempesta, la quiete: a mezzogiorno, la festa si spegne e, nel pomeriggio, il silenzio assordante regna sovrano.

 

2. L’Holi Festival in India

La modalità di celebrazione del festival cambiano anche tra il nord e il sud dell’India: nel nord Holi viene celebrato con uno spirito più carnevalesco e giocoso, nel sud è più spirituale e religioso.

Ecco dove si tengono le celebrazioni dell’Holi Festival in India più importanti.

Mathura and Vrindavan: Mathura è la città di nascita di Krishna, perciò i festeggiamenti cominciano quaranta giorni prima e durano più a lungo.

Barsana: nell’Uttar Pradesh, vicino a Mathura, la celebrazione è davvero singolare: si tratta del  Lathmar Holi, dove le donne “arrabbiate”possono finalmente vendicarsi sugli uomini cospargendo loro il capo di colore e  picchiandoli con un bastone di bambù, per vendicare le offese fatte da Krishna a Radha.

Mumbai: la festa viene celebrata sia durante party privati e lussuosi sia nei sobborghi della città, in particolare a Dharavi.

Rajasthan: è una delle mete preferite dai turisti stranieri per vivere l’incredibile esperienza dell’Holi festival, in particolare nelle città di Pushkar e Jaipur. In quest’ultima, fino a pochi anni fa alla festa di Holi si aggiungeva anche la parata degli elefanti decorati, in un turbine di vitalità e caos.
Scopri di più sui colori del Rajasthan a questo link.

Hampi: nel sud dell’India i festeggiamenti sono più tranquilli e meno giocosi che al nord dell’India, avendo una connotazione più religiosa e di intima comunanza con il dio.

 

3. L’Holi Festival nel mondo

Oltre all’India, l’Holi Festival si celebra nei paesi dove è più diffusa la religione induista, come Nepal o Bangladesh o Pakistan e i festeggiamenti sono molto tradizionalisti, anche se oggi per assistere ai veri e autentici festeggiamenti per l’Holi bisogna recarsi in India, dove il carattere autentico e spirituale è rimasto intatto.

Ma il coinvolgimento è così travolgente che anche in tutta Europa, e in Italia, si organizzano “Feste dei colori” a base di musica elettronica e balli scateati e spensierati mentre vengono lanciate polveri colorate: il divertimento è assicurato, un pò meno lo sono la spiritualità e intimità della festa originaria.

 

4. L’Holi Festival: quando si festeggia?

L’Holi festival normalmente inizia il giorno dopo la luna piena di marzo, ogni anno.

Di solito il festival si svolge un giorno prima nel Bengala Occidentale e nell’Odisha, mentre in altre parti dell’India, come Mathura e Vrindavan, i festeggiamenti iniziano circa una settimana prima.
Nel resto del mondo invece l’Holi viene festeggiato in diversi periodi dell’anno, che possono andare da febbraio a settembre, ovviamente nei paesi dove ci sono le condizioni climatiche più favorevoli.

 

5.  I colori nell’Holi Festival

Nella festività dell’Holi i colori fondamentali ed è per questo che devono essere il più possibile diversi l’uno dall’altro in quanto indicano il proprio stato d’animo o quello che si vuole chiedere agli dei per migliorare la propria vita.

Ecco quali sono i significati dei vari colori nell’Holi Festival:

  • Verde: simboleggia la voglia di un nuovo inizio, di una rinascita spirituale e della ricerca della felicità.
  • Blu: il blu rappresenta l’acqua, ovvero vita e potenza e scegliere questo colore significa invocare maggior potenza, vitalità e forza.
  • Giallo: la polvere gialla si ottiene principalmente dalla curcuma, dalle famose qualità terapeutiche e benefiche e, durante l’Holi Festival, si utilizza il colore giallo per guarire da una malattia oppure come protezione dalle malattie,
  • Rosso: il rosso simboleggia ricchezza e benessere ma soprattutto l’abbondanza: è per chi non si accontenta e per coloro che vogliono di più nella loro vita.
  • Bianco: il bianco è il colore simbolo della serenità e della purezza. Il bianco è l’opposto del rosso perché significa la volontà di distaccarsi dal mondo materiale e se lo si sceglie durante l’Holi Festival significa che si vuole abbandonare il materialismo.
  • Nero: il nero rappresenta il diavolo ovvero negatività e oscurità ma è anche visto come antidoto contro tutti i mali.

La simbologia non finisce qui: è ricca di sfumature, tante quante sono quelle dell’Holi Festival in India.

 

Una festa che abbraccia le differenze in un’ancestrale cromoterapia collettiva. Cosa aspetti?

 

 

Parti con Rolling Pandas e scopri le meraviglie dell’India!

Tutti i viaggi in India

 

Condividi questo articolo con i tuoi amici

Come funziona Rolling Pandas?

req

Crea il tuo viaggio

  • Viaggia in tutto il mondo
  • Scopri 1000+ tour organizzati
  • Più di 200 partner scelti con cura
prev

Ricevi il preventivo

  • Manda la tua richiesta senza impegno
  • Ricevi il preventivo da un esperto locale
  • Prenota con un clic
go

Parti in sicurezza

  • Piattaforma per pagamenti sicuri
  • Utilizzato da centinaia di viaggiatori
  • Opzioni di pagamento flessibili

Vuoi fare un viaggio su misura? Contatta un operatore locale!

mood_bad
  • Comments are closed.
  • keyboard_arrow_up