Racconti in valigia: alla scoperta di una nuova cultura

Abbiamo intervistato Valentina, autrice del blog  Green Magazine che ci ha raccontato di sé, delle sue esperienze e delle sue  idee sul mondo travel.

 

Raccontaci un po’ di te e del tuo blog

Per raccontarti di me devo partire da quando avevo 16 anni, quando  mi sono innamorata dell’html, e ho cominciato a studiare da autodidatta per imparare a fare siti web. Non era facile, era il 1999, il web non era così conosciuto come ora e poche, pochissime persone sapevano fare siti web, per lo più uomini di 40/50 anni che non avevano tempo per una sedicenne.Così mi sono rimboccata le maniche e ho imparato da sola, studiando tantissimo. Da lì piano piano, in contemporanea con gli studi, mi sono laureata in lingua araba, sono arrivati i primi lavori da webdesigner fino al primo contratto vero e proprio, un sogno diventato realtà.

Nel 2012, decido di non dedicarmi solo a progetti altrui ma di sperimentare qualcosa si nuovo e di mio, mettendo in pratica gli anni di studio. Così ho aperto greenmagazine.it, un vero e proprio magazine online, dove parlo del mondo green. Attualmente ho pubblicato più di 400 articoli che trattano l’argomento a 360°, dal riciclo alla cucina, dal benessere fisico fino  all’utilizzo di piante e minerali.

Oggi continuo a portare avanti il progetto e continuo la mia attività di webdesigner e content writer.

 

Qual’ é la cosa che non può mancare durante uno dei tuoi viaggi?

Sicuramente una macchina fotografica,  la musica, il mio lettore ebook e un diario.Se è possibile non compro libri ma leggo ebook. Li trovo molto più pratici e puoi portartene dietro quanti vuoi!

Cosa ne pensi del turismo sostenibile?

Ho sempre cercato di viaggiare responsabilmente soprattutto in Thailandia, non frequentando hotel maestosi ma piuttosto luoghi gestiti da persone del posto, luoghi molto semplici, accoglienti ma che ti fanno apprezzare il contatto con la natura. Una palafitta sul mare è abbastanza per non farti mancare nulla.

Penso che sia molto importante valutare bene i luoghi e le strutture in cui  si andrà a soggiornare, che siano il meno possibile impattanti con la natura.

Cosa c’è di più bello che visitare un luogo e vivere la cultura del posto, rispettando le usanze e la natura del luogo?

 

 

Quanto é importante per te il legame tra viaggio e cucina?

Importantissimo. Ogni volta che viaggio preferisco assaggiare la cucina del posto. Ho fatto l’alberghiero alla scuole superiori e amo molto la cucina in generale, soprattutto quella araba che ho conosciuto grazie ai miei a Tunisi. Li ho sempre mangiato piatti tunisini, non mi sono fatta proprio mancare nulla. Amo le spezie, conoscere le loro proprietà e utilizzarle quando è possibile. Non sono una che va dall’altra parte del mondo e ordina gli spaghetti, quello decisamente no!

Ringraziamo ancora Valentina per questa bellissima intervista. Vi ricordiamo che potete trovare il suo blog qui

Sei un viaggiatore? Vuoi provare a viaggiare e vivere le stesse esperienze di Valentina?

 

Registrati subito!

Condividi questo articolo con i tuoi amici

Come funziona Rolling Pandas?

req

Crea il tuo viaggio

  • Viaggia in tutto il mondo
  • Scopri 1000+ tour organizzati
  • Più di 200 partner scelti con cura
prev

Ricevi il preventivo

  • Manda la tua richiesta senza impegno
  • Ricevi il preventivo da un esperto locale
  • Prenota con un clic
go

Parti in sicurezza

  • Piattaforma per pagamenti sicuri
  • Utilizzato da centinaia di viaggiatori
  • Opzioni di pagamento flessibili

Vuoi fare un viaggio su misura?

mood_bad
  • Non ci sono commenti
  • chat
    Aggiungi un commento
    keyboard_arrow_up