Racconti in valigia: Nonna e nipote alla scoperta del mondo

Il Panda inizia questa settimana intervistando Rossella, autrice del blog Fantastic nonna, che ci ha raccontato di sé e delle sue esperienze e delle sue idee sul mondo travel in compagnia dei più piccini. Siete curiosi di sapere cosa ci ha raccontato?

Ecco per voi la sua intervista:

Ci racconti un po’ di lei e di come nasce il suo blog

L’idea del blog è nata quando stavo per diventare nonna; oggi sono nonna di una meravigliosa nipote di quattro anni e un’altra è in arrivo. Non era facile l’idea di abituarmi a questo nuovo ruolo. Cominciare un blog mi sembrava un buon modo per esorcizzare i miei timori. Inoltre io amo scrivere, di solito per lavoro (scrivo libri di testo di geografia), ma avevo voglia di cimentarmi con qualcosa di diverso. 

Un blog come il mio permette di spaziare in campi diversissimi: dalle recensioni di libri e film alle visite a mostre, dalle ricette alle riflessioni sull’educazione a scuola e in famiglia, dai racconti di come era la vita nei decenni passati alle storie di donne alle questioni ambientali. 

E naturalmente viaggi, che conciliano la voglia di raccontare con la mia passione per la geografia.

Quale è per lei il significato del viaggio? Come organizza generalmente i suoi viaggi e quale stile di viaggio predilige?

Non ho mai partecipato a un viaggio organizzato: i viaggi che prediligo sono ‘on the road’. Si prepara un itinerario di massima: in furgone, in auto, in treno, in aereo+macchina a noleggio, in barca. Ma poi ci si lascia guidare dalle scoperte che si fanno via via, con la libertà di cambiare il programma delle giornate.

Amo i viaggi alla scoperta dei luoghi, sia naturali che antropici, da geografa non potrebbe essere altrimenti. Ma mi piacciono soprattutto gli incontri con le persone, che portano con sé culture diverse, le tradizioni e la storia di regioni e paesi diversi.

Quali tra i viaggi che ha fatto l’ha stupita di più e consiglierebbe dunque ai nostri lettori?

Uno dei paesi che più ho amato e che, almeno la prima volta, mi ha stupito, è stato l’Iran. E’ un paese immenso e straordinario, antichissimo, ricco di storia e di cultura. Ma, nonostante gli incredibili paesaggi, le millenarie città, i palazzi, le moschee, i siti archeologici che toglievano il fiato, le isole del Golfo Persico, la cosa più bella di un viaggio in Iran  è senza dubbio la sua gente. E’ il paese dal popolo più accogliente, dove non ti senti mai né in pericolo né solo. Questo paese fantastico si presta a diverse tipologie di viaggio: un gruppo di amici, una coppia, ma è perfetto anche per chi viaggia da solo, o sola.

Viaggiare con bambini e nipotini: come conciliare le esigenze di tutti? Cosa non può mancare in valigia prima di un lungo viaggio in aereo o in macchina?

Naturalmente ho cominciato a viaggiare anche con mia nipote. E’ la compagna di viaggio perfetta: non si lamenta di lunghi viaggi in auto e anche in aereo è perfettamente a suo agio. D’altra parte ha cominciato a viaggiare da piccolissima. Ricordo il primo viaggio in aereo, io e lei da sole, quando aveva due anni e mezzo: dopo aver aspettato a lungo in aeroporto, in cabina si è seduta tranquilla al suo posto, allacciandosi da sola la cintura di sicurezza e aprendo la rivista della compagnia aerea per prepararsi al volo.

In ogni caso per i viaggi lunghi qualche diversivo ci vuole: nell’ultimo viaggio ci siamo portati i cd delle Fiabe Sonore, altre volte l’iPad con qualche film animato. Sempre qualche snack (meglio se con qualche sorpresa) e tanta acqua. Credo però che noi adulti dobbiamo prepararci anche a raccontare storie, a cantare, a fare qualche gioco. Uno dei più apprezzati dai miei figli e anche da mia nipote è quello che abbiamo chiamato ‘panni stesi’: si fa un elenco di 5 cose (per es. una macchina gialla, una bicicletta, un parco giochi, ecc.) che si possono vedere guardando fuori dal finestrino, cominciando sempre dai panni stesi, appunto. Un punto per chi ne vede uno, si depenna e poi si aggiunge un altro oggetto da trovare; e così via per un bel tratto di viaggio.

in questo post qualche altro consiglio:

Due o tre cose sui viaggi con i bambini

 

 

Ringraziamo ancora Rossella per questa bellissima intervista. Le foto che vedete sono tratte proprio dalle esperienze di Rossella!

Se volete contattare Rossella, o volete prendere spunto per il prossimo viaggio da lei, vi ricordiamo che potete trovare il suo blog qui

Sei un viaggiatore? Vuoi provare a viaggiare e vivere le stesse esperienze di Rossella?

 

Registrati subito!

Condividi questo articolo con i tuoi amici

Come funziona Rolling Pandas?

req

Crea il tuo viaggio

  • Viaggia in tutto il mondo
  • Scopri 1000+ tour organizzati
  • Più di 200 partner scelti con cura
prev

Ricevi il preventivo

  • Manda la tua richiesta senza impegno
  • Ricevi il preventivo da un esperto locale
  • Prenota con un clic
go

Parti in sicurezza

  • Piattaforma per pagamenti sicuri
  • Utilizzato da centinaia di viaggiatori
  • Opzioni di pagamento flessibili

Vuoi fare un viaggio su misura?

mood_bad
  • Non ci sono commenti
  • chat
    Aggiungi un commento
    keyboard_arrow_up