Racconti in valigia: Montagna, emozioni in quota

Buongiorno Panda Community, iniziamo questo lunedì con Sebastiano, autore del sito  Itinerari di montagna,  il quale ci ha spiegato non solo come prepararci correttamente ad una camminata in montagna, ma ci ha anche svelato degli emozionanti itinerari da provare assolutamente durante queste vacanze estive.

Ci racconti un pò di lei e di come nasce Itinerari di montagna;

Mi chiamo Sebastiano Spigolon, risiedo nella provincia di Padova e dal 2015 sono iscritto al CAI di Padova come socio ordinario. Durante la settimana lavoro nel settore dell’informatica, ma nel weekend, grazie ai miei amici che mi hanno dato la possibilità di conoscerla, la montagna è una delle passioni che ci accompagna ormai da ben 6 anni: dalle Dolomiti al Lago di Garda, dal Trentino al Veneto sino al Friuli, le meraviglie presenti in queste zone sono uniche, sentieri, cime, panorami, boschi, rifugi, malghe, ogni volta scopriamo un mondo assolutamente nuovo ed affascinante.

Di conseguenza, l’idea di creare un sito web dedicato esclusivamente al mondo della montagna nasce dalla voglia personale di raccontare, appunto, le proprie emozioni, far conoscere e valorizzare quale splendido mondo, che il più delle volte non ci rendiamo conto, abbiamo vicino a casa nostra. Svolgiamo percorsi di diverse difficoltà, in modo che la montagna diventi accessibile per tutti: qualsiasi uscita, anche la più semplice, può regalarci delle emozioni assolutamente fantastiche.

Se dovesse scegliere un solo itinerario da proporre ai nostri lettori per avvicinarli al magico mondo del trekking e della montagna, quale sarebbe e perchè?

Sono moltissimi i percorsi che permettono di avvicinarsi al fantastico mondo del trekking in montagna, che uniscono paesaggi mozzafiato e difficoltà contenuta. Se devo sceglierne uno, però, consiglio di iniziare con il giro delle Cinque Torri e dei rifugi Averau, Nuvolau e Scoiattoli, a Cortina d’Ampezzo.

Si tratta di un’escursione molto panoramica, relativamente semplice e con un dislivello contenuto (circa 500 m), quindi ideale per chi vuole iniziare a svolgere escursionismo in ambiente montano. Per tutta la durata dell’uscita i panorami che si presentano ai nostri occhi sono sempre diversi e meravigliosi, dove possiamo individuare i monti e i gruppi montuosi più importanti e che contraddistinguono le famose Dolomiti.

Insomma, se volete innamorarvi e capire quale fantastico mondo è la montagna, vi posso assicurare che questo giro fra proprio per voi, sperando che sia l’inizio di una lunga serie.

Quali sono i consigli che darebbe ai nostri lettori per preparare lo zaino prima di una escursione?

Lo zaino è il nostro compagno di viaggio che non dobbiamo mai trascurare. La sua preparazione si basa, principalmente, dal tipo di attività che andremo a svolgere e dalla stagione. Va effettuata cercando il giusto equilibro tra materiale che riteniamo personalmente essenziale e il peso, cercando mai di non sovraccaricarlo.

Quello che non dovrebbe mai mancare all’interno di uno zaino da trekking sono: un ricambio completo degli indumenti, meglio se tecnici, un maglioncino o una giacca in pile, giacca antivento, meglio se impermeabile, bandane elastiche e cappello per il sole.

Inoltre, dobbiamo ricordarci anche di inserire un’adeguata attrezzatura di supporto, condizionata dall’attività e dalla difficoltà del percorso. Comunque, per una classica escursione in montagna, oltre alla mappa e alla descrizione dell’itinerario, portiamo sempre con noi un navigatore GPS per il trekking o, perlomeno, un’app installata sul telefono, assai utile per sapere sempre la propria posizione e se ci troviamo lungo la traccia del sentiero. Non vanno dimenticati, inoltre, una torcia da fronte, un coprizaino per la pioggia, cerotti per eventuali vesciche, una crema solare ad alta protezione, occhiali da sole con grado di protezione da 2 a 4, lacci di riserva per gli scarponi, un coltellino svizzero multifunzione, un kit di pronto soccorso e altri medicinali in genere che, riteniamo a propria discrezione assolutamente necessari.

Quale è stato per lei l’itinerario più emozionante e perchè?

Ogni itinerario, anche quello più semplice, mi ha sempre regalato una miriade di emozioni e scegliere qual è stata la mia uscita più emozionante è una domanda assai difficile. Però, una in particolare mi ha emozionato profondamente, probabilmente perché era la prima volta, ossia la traversata del Sella.

Il Sella è un imponente gruppo montuoso che sorge al confine tra Veneto e Trentino. Sulla sua sommità si trova un altipiano completamente roccioso che regala uno scenario assolutamente unico, per molti definito quasi “lunare”, che offre una miriade di punti panoramici che spaziano su tutto l’arco Dolomitico. Infatti, il Sella è considerato il gruppo montuoso più panoramico dell’intero complesso, proprio per la sua posizione, ovvero al “centro” delle Dolomiti.

È stata la mia prima escursione con pernottamento in rifugio, dove ho avuto l’occasione di vedere sia il tramonto che l’alba in montagna, un’esperienza che ripeterei ancora: i colori, la luce e i paesaggi che ci regala la montagna durante queste fasi sono indimenticabili, un’esperienza suggestiva ed affascinante che consiglio vivamente a tutti di provarla almeno una volta nella vita.

 

Se dopo aver letto questo articolo vi è venuta voglia di preparare lo zaino e partire, vi ricordo che potete trovare itinerari e maggiori informazioni qui.

Sei un viaggiatore? Vuoi provare a viaggiare e vivere le stesse esperienze di Sebastiano?

Visita il sito!

Condividi questo articolo con i tuoi amici

Come funziona Rolling Pandas?

req

Crea il tuo viaggio

  • Viaggia in tutto il mondo
  • Scopri 1000+ tour organizzati
  • Più di 200 partner scelti con cura
prev

Ricevi il preventivo

  • Manda la tua richiesta senza impegno
  • Ricevi il preventivo da un esperto locale
  • Prenota con un clic
go

Parti in sicurezza

  • Piattaforma per pagamenti sicuri
  • Utilizzato da centinaia di viaggiatori
  • Opzioni di pagamento flessibili

Vuoi fare un viaggio su misura? Contatta un operatore locale!

mood_bad
  • Non ci sono commenti
  • chat
    Aggiungi un commento
    keyboard_arrow_up