Racconti in valigia: in vacanza con Pinkenergy

Quante volte abbiamo trovato mille scuse per non allenarci? Non ho gli attrezzi, la palestra è troppo lontana o troppo cara… Facendolo dimentichiamo che l’allenamento ci conduce ad uno stato di benessere psicofisico, e che ci sono numerse altrenative d’allenamento, versatili e fruibili in diversi contesti.

Abbiamo intevistato a tal proposito la personal trainer Camilla Sandonini, la fondatrice di Pinkenergy Boutique Fitness Studio che ci ha portato nel suo lavoro fornendoci anche utili consigli in merito all’alimentazione ed allenamento durante le vacanze.

Ecco a voi la sua intervista:

Ci racconti qualcosa su di lei, sul suo blog e sul suo lavoro;

Cresciuta in un paesino sulle rive del lago di Como, con lo sport e il movimento che scorrono nelle vene e un sogno ben preciso sin da piccola: frequentare la facoltà di Scienze Motorie e Sport e diventare Personal & Fitness Trainer. Dopo un master in Health & Fitness a San Diego in California approdo a Lugano dove ormai vivo e lavoro da 10 anni. Nel 2015 realizzo un altro sogno nel cassetto cioè quello di condurre un programma di ginnastica sulla TV Svizzera: “Mezz’ora per voi Tonificazione” (https://www.rsi.ch/speciali/pei/mezz-ora-per-voi/tonificazione/) Ma è nel 2018 che prendo coraggio e mi butto per realizzare il sogno per il quale ho studiato e lavorato duramente e così nasce Pinkenergy Boutique Fitness Studio la mia esclusiva boutique gym dedicata all’allenamento e al benessere femminile.

Come gestisce allenamento ed alimentazione in vacanza? Quali consigli darebbe alle nostre lettrici a tal proposito?

Sono sincera, facendo una professione in cui sono in movimento tutto l’anno in vacanza mi dedico al relax ed ammorbidisco la mia routine di allenamento. Ne approfitto per meditare, correre sul lungolago o camminare in montagna e praticare degli sport all’aria aperta respirando l’energia che sprigiona la natura. Se siete sedentarie vi consiglio di approfittare dell’estate per inserire delle nuove abitudini nella propria routine, come per esempio andare a camminare 30′ tutti i giorni. Se vi allenate regolarmente vi suggerisco di andare alla scoperta di nuove attività che non avete la possibilità di praticare durante l’anno. Per quanto riguarda l’alimentazione mi concedo qualche coccola e qualche sgarro, ma cerco comunque di mantenere uno stile alimentare sano e bilanciato che prevede 3 pasti principali, 2 spuntini tanta frutta e verdura e tanta acqua. Se durante l’anno ci alleniamo regolarmente e nutriamo il nostro corpo con cibi di qualità non sono una o due settimane di vacanza a rovinarci la forma fisica. Il mio consiglio è quello di limitare gli sgarri a 1 giorno alla settimana e di fare attenzione a quello che mangiate fuori pasto e soprattutto agli aperitivi.

Crede che la cura dell’aspetto fisico possa avere un impatto positivo sulle relazioni lavorative ed interpersonali?

Credo fortemente che la bellezza del nostro aspetto fisico dipenda molto da quanto curiamo e nutriamo la nostra anima. Mi spiego meglio: ci possiamo così accanire sul nostro corpo con diete rigide e allenamenti estenuanti ma se in primis non ci prendiamo cura della parte piú profonda di noi stesse, quella legata alle nostre emozioni e alle nostre sensazioni difficilmente riusciremo a far brillare di energia la nostra “scatola esterna”. Sicuramente maggiore è la nostra autostima e la cura e l’amore che dedichiamo a noi stesse, maggiore sarà la qualità dei nostri rapporti interpersonali e lavorativi.

Uno dei problemi principali delle donne in vacanza è la cellulite. Come prevenirla e curarla?

La maggior parte delle donne pensa che la cellulite sia un nemico che possa essere sconfitto in breve termine per la prova costume, con l’utilizzo di creme miracolose o diete lampo. Ahimè la migliore cura e prevenzione della cellulite è uno stile di vita attivo, associato ad uno stile alimentare sano e bilanciato regolare e costante per tutto l’anno. Quando siamo in vacanza, ecco alcuni utili consigli per prevenirla:

– camminare 30′ al giorno sul bagnasciuga o in acqua

– ritagliarsi 10′ al giorno (5′ alla mattina e 5′ alla sera) per respirare profondamente: inspiro dal naso lasciando che la pancia si gonfi dolcemente ed espiro dalla bocca sentendo la gabbia toracica che si chiude dolcemente verso il centro

– a fine giornata sollevare le gambe al soffitto in appoggio contro una parete ed abbandonarsi ad una respirazione fluida e profonda

– mantenersi ben idratate, 1.5/2 l di acqua al giorno

– limitare il consumo di cibi ricchi di zuccheri e sale (pizza, patatine, gelati confezionati, bibite gassate)

– limitare il consumo di alcolici

Ringraziamo nuovamente Camilla per la sua disponibilità e per i preziosi consigli e ora tocca a voi cari lettori, iniziate a sfidarvi, a superare i vostri limiti, sia attraverso il viaggio che attraverso lo sport!

Vi ricordiamo che tutte le foto che avete visto sono tratte proprio dagli allenamenti e dallo studio di Camilla 🙂

Per chi desiderasse maggiori informazioni in merito , o volesse  mettersi in contatto con Camilla,  vi lasciamo il link al suo sito  qui.

Sei un viaggiatore? Vuoi vivere le le stesse esperienze di Camilla?

Visita il sito!

Condividi questo articolo con i tuoi amici

Come funziona Rolling Pandas?

req

Crea il tuo viaggio

  • Viaggia in tutto il mondo
  • Scopri 1000+ tour organizzati
  • Più di 200 partner scelti con cura
prev

Ricevi il preventivo

  • Manda la tua richiesta senza impegno
  • Ricevi il preventivo da un esperto locale
  • Prenota con un clic
go

Parti in sicurezza

  • Piattaforma per pagamenti sicuri
  • Utilizzato da centinaia di viaggiatori
  • Opzioni di pagamento flessibili

Vuoi fare un viaggio su misura?

mood_bad
  • Non ci sono commenti
  • chat
    Aggiungi un commento
    keyboard_arrow_up