Racconti in Valigia: “Il viaggio è meraviglia, scoperta e sorpresa”

Il Panda si prepara al weekend scoprendo i viaggi di Giorgia, appassionata viaggiatrice ed autrice del blog La valigia di Pimpi, A noi ha raccontato del suo viaggio in Cambogia!

Siete curiosi? Ecco a voi le sue parole:

Parlami di te e del tuo sito

Mi chiamo Giorgia e abito nel luogo in cui i cappelletti sono una filosofia di vita: nel cuore della Romagna. Adoro tutto ciò che profuma di vaniglia e di zucchero filato.

Sono una Pin Up. Il mondo vintage, il mondo del teatro e il viaggio compongono la mia personalità fatta da tante briose sfaccettature.

Adoro respirare l’aria appena scendo dall’aereo, adoro camminare su strade sconosciute, adoro viaggiare con gli occhi e con la mente di chi lo fa con il cuore. Il viaggio è come un puzzle: un percorso che si costruisce day by day come i colori sulla tela di un pittore.

Viaggiare per me è come aprire le braccia e volare. Il viaggio è il “fil rouge” del mio progetto: condividere l’allegro vagabondare di una moretta con la gonna a ruota: il Travel Blog di una Pin Up che viaggia.

Vi è mai capitato di voler fare una cosa da tempo? 

Volete tanto farla, ma la fretta e la quotidianità della vita spesso vi portano su altre strade e vi fanno rimandare tutto.

“La Valigia di Pimpi” è nata così: un progetto pensato a lungo e deciso durante un evento improvviso che mi ha fatto dire “ora è il momento giusto, lo faccio adesso o mai più”.

Spesso dalle cose negative possono nascere cose positive e così, ho trasformato il mio periodo di malattia in un momento in cui far nascere ciò che volevo tanto, da tanto. In questo modo sono entrata nel mondo del blogging e mi sono addentrata ancora di più nel mondo dei social, facendo della mia passione anche un lavoro.

Come nasce la tua passione per i viaggi?

La mia passione per i viaggi si è costruita piano piano nel tempo.

Se penso al primo viaggio in Grecia, nel 1996, sorrido perché ricordo ancora che non vedevo l’ora di tornare a casa. Mi dissi che, forse, viaggiare non era una cosa che facesse per me. 

Che errore madornale!

Non so per quale ragione, credo il destino, ma dal 1996 non mi sono più fermata e piano piano mi sono educata al viaggio trasformando, cambiando e maturando la mia forma mentis ad un viaggio sostenibile, responsabile a fai da te.Il viaggio è diventata la mia comfort zone.

 

Raccontami di un’esperienza che ti è piaciuta particolarmente

Ogni viaggio ha un suo fascino. Quando mi chiedono “qual’è stato il tuo viaggio preferito?” credetemi non so dare una risposta, perché ogni paese è un mondo a sé che non riesco a paragonare. Non ce la faccio proprio!

Certo ci sono i viaggi del cuore, quelli che hai sempre sognato fin da bambina, nel mio caso la California, oppure quelli che proprio il cuore te l’hanno preso, come il mio viaggio in Cambogia.

Ecco, la Cambogia, mi è entrata come un pugno nella pancia, sebbene al primo impatto non ci siamo proprio piaciute. La Cambogia è giovane, la sua popolazione ha un’età media di 20 anni. Questo, indica la drammaticità di quello che è successo nella sua storia.

Sterminate circa 3 milioni di persone, 40 anni fa.

Tre milioni di persone, quaranta anni fa per tre anni, otto mesi e venti giorni. Sapete cosa significa? Significa che, spazzi via un terzo della popolazione. Un terzo di famiglie, di anziani, di giovani, di neonati. Significa che spazi via tradizioni e cultura, arte e poesia, istruzione e dignità. La Cambogia è profonda dignità di una popolazione che ha abbandonato il passato per buttarsi nel nuovo millennio, impreparato e indaffarato. 

Penso a quale possa essere la migliore istantanea per descrivere questo paese. Io la scatterei così: una strada rossa in mezzo a verdi risaie, due bambini: un maschio e una femmina. Pedalano andando avanti, ma all’improvviso si girano indietro con un sorriso, giusto per il mio scatto.

Il sorriso della speranza che sconfigge la paura.

 

Qual è per te il significato del viaggio?

Viaggiare è imparare, conoscere, conoscersi e crescere. E’ il mio ossigeno.

Io sono Pimpi e “Pimpi” rappresenta il mio mondo, fatto di cose che mettono allegria. 

Pimpi non smette mai di stupirsi, ma soprattutto non smette di sognare cercando di non dare nulla per scontato. Vuole e sa ancora meravigliarsi.

Il viaggio è questo: meraviglia, scoperta e sorpresa, proprio per questo non riuscirei a farne a meno.

 

Se volete tenervi aggiornati sulle avventure di Giorgia, oppure volete ispirazioni per il prossimo viaggio o volete mettervi in contatto con lei,  vi lasciamo il link al suo sito  qui  

Sei un viaggiatore? Vuoi vivere le le stesse esperienze di Giorgia?

Visita il sito!

Condividi questo articolo con i tuoi amici

Come funziona Rolling Pandas?

req

Crea il tuo viaggio

  • Viaggia in tutto il mondo
  • Scopri 1000+ tour organizzati
  • Più di 200 partner scelti con cura
prev

Ricevi il preventivo

  • Manda la tua richiesta senza impegno
  • Ricevi il preventivo da un esperto locale
  • Prenota con un clic
go

Parti in sicurezza

  • Piattaforma per pagamenti sicuri
  • Utilizzato da centinaia di viaggiatori
  • Opzioni di pagamento flessibili

Vuoi fare un viaggio su misura?

mood_bad
  • Non ci sono commenti
  • chat
    Aggiungi un commento
    keyboard_arrow_up