Racconti in valigia:  I viaggi allargano gli orizzonti, anche in cucina

Ci avviciniamo al finesettimana con una intervista golosa per il Panda: siamo infatti entrati oggi nella cucina di Tiziana, l’autrice del blog di cucina   Cucinando e Assaggiando  nel quale potete trovare tante sfiziose ricette per ogni occasione!

Nella cucina di Tiziana si uniscono i sapori provenienti da diverse zone d’Italia, e le ispirazioni derivate dai suoi viaggi. Tiziana, con le sue parole, ci ha trasmesso l’amore per la cucina, ci ha raccontato come nasce l’ispirazione per nuove ricette, e ci ha portato in un tour enogastronomico nei sapori Italiani delle sue origini.

Curiosi? Ecco per voi le sue parole:

Ci racconti un po’ di lei e di come è nato il suo blog;

Il mio blog è nato per caso, un pomeriggio di agosto di 9 anni fa, dopo aver preparato una torta. Ho pensato di annotare la ricetta e di condividerla con chi avesse avuto voglia di provarla e piano piano è diventato un bel passatempo. Le soddisfazioni non hanno tardato ad arrivare, i lettori aumentavano mese dopo mese e anche il mio impegno. Sono migliorate le fotografie, i contenuti e la presentazione dei piatti e pian piano è arrivata anche qualche collaborazione con aziende che apprezzavo molto. Il mio blog è una tra le cose che ho ideato e di cui mi sono occupata, a cui tengo di più.

Essendo una persona a cui piace sperimentare, il blog è stata la scusa perfetta per provare ogni volta piatti nuovi, nuove tecniche di cottura, nuovi ingredienti…per diversi anni, a casa nostra, si è mangiato sempre qualcosa di nuovo!

Nella vita, invece, faccio tutt’altro, ho 42 anni e sono titolare di una azienda di verniciatura industriale, che gestisco con mio marito. E’ un lavoro faticoso sia fisicamente che a livello mentale, ma che da le sue soddisfazioni. Sono mamma di due ragazzi di 20 e 17 anni, due bimbi ormai cresciuti! Della nostra famiglia fa parte anche Agata, la nostra pelosa di casa, un pastore tedesco di ormai 9 anni, che credo sia il cane più buono che io abbia mai conosciuto.

Quale è per lei il significato della cucina? Crede che dalla cucina di un paese si possa comprendere qualcosa sulla sua cultura ed identità?

La cucina secondo me è principalmente amore. Chi ama cucinare ci mette impegno, passione, lo fa sempre pensando a chi assaggerà poi il piatto, quindi è un po’ come una coccola che viene fatta alle persone che ci stanno vicine. Il tempo che viene impiegato per immaginare una ricetta, la cura nello scegliere gli ingredienti giusti e nella preparazione fino ad arrivare alla presentazione del piatto, sono tutti gesti d’amore per noi stessi e per i nostri commensali.

Per quelle persone che invece non amano cucinare, diventa purtroppo un peso e un altro dei doveri della vita quotidiana, quindi io mi sento molto fortunata ad avere questa passione, perché cucinare non mi pesa mai.

Sicuramente la cucina di un Paese parla molto chiaramente dell’identità dello stesso, della sua cultura, degli usi e del clima.

Le ricette della tradizione di un Paese rievocano il suo passato, l’uso sapiente di ingredienti spesso poveri per la preparazione dei pasti di tutti i giorni che sono diventati poi capolavori di ricette, con mille variazioni familiari, tramandate nei decenni.

In Italia siamo davvero molto fortunati, perché abbiamo un patrimonio enorme sotto questo punto di vista, sia per le ricette tradizionali, che per varietà di ingredienti e di eccellenze.

Ogni qualvolta mi capita di viaggiare, una delle cose che adoro è proprio assaggiare i piatti del luogo, immaginare come sono nati e, se è possibile, chiedo sempre  informazioni in merito e qualche segreto per la preparazione, in modo da poter poi provare a rifarli anche a casa!

Come nasce l’ispirazione per nuove ricette? Il viaggio, anche enogastronomico (bar, ristoranti) può contribuire?

L’ispirazione per una nuova ricetta nasce in moltissimi modi diversi. A volte nasce da un ingrediente particolare che si vuole provare, oppure da una sensazione, o dall’istinto goloso che credo sia in ognuno di noi..

Il viaggio è una fonte di ispirazione enorme, per molte cose..Io purtroppo ho iniziato a viaggiare tardi, ma voglio assolutamente rifarmi.

Come ho già detto, quando viaggio mi piace molto provare la cucina del posto. All’estero evito la cucina italiana, per ovvi motivi, e mi dedico il più possibile ad assaggiare le molte specialità della cucina “degli altri”. Da quando ho iniziato a viaggiare all’estero posso senza esitazione dire che non è vero che si mangia bene solo in Italia, come qualcuno dice. Io sperimento, sono curiosa ed aperta a provare ed assaggiare nuove pietanze da cui traggo ispirazioni sempre nuove.

Quindi sì, i viaggi contribuiscono ad allargare gli orizzonti, anche per quello che riguarda la cucina e gli ingredienti che possiamo poi utilizzare, nei piatti di ogni giorno.

Se il viaggio dovesse venire da lei, ovvero se dovesse avere degli ospiti stranieri a cena, quali ricette preparerebbe loro per fargli assaporare la cucina italiana?

Riuscire a sintetizzare la cucina Italia in una cena è semplice ma, allo stesso tempo estremamente riduttivo. Io vivo in Romagna, ma sono nata in Liguria e le mie origini si dividono tra Abruzzo e Sicilia, quindi ho avuto la fortuna di crescere accompagnata da tante prelibatezze e ricette provenienti da ognuna di queste splendide regioni.

L’obiettivo della mia cena sarebbe quello di proporre dei piatti che rappresentino al meglio l’Italia, in base ai miei gusti e a ciò che so preparare.

Credo che inizierei con un tagliere misto, con tante varietà di formaggi e salumi, cercando di sceglierli tra tutte le eccellenze delle nostre regioni, (per esempio il pecorino di grotta, il parmigiano reggiano, la tricotta, la burrata, lo squacquerone, la provola casertana, il caciocavallo, la fontina valdostana, il lardo di colonnata, la finocchiona, la coppa di testa, la ‘Nduja, il crudo di Parma, il salame dei Nebrodi, lo speck, la coppa piacentina….) accompagnato da un calice di bollicine, magari un Franciacorta Satèn e da un cestino con assaggi di pane tra le tante varietà, focaccia e piadina romagnola e gnocco fritto.

Come primo piatto opterei per un bis…una pasta ripiena, magari i raieü cou tuccu (ravioli con il “tuccu”, il sugo di carne alla genovese), oppure una pasta ripiena tra quelle della tradizione emiliana, tipo i tortelli di ricotta al burro e salvia. A seguire una pastasciutta della tradizione, tra le mie preferite i Curzul allo scalogno di Romagna oppure la pasta alla Norma…ma anche un risotto alla veneta o ai porcini. Difficile decidere!! Per accompagnare i primi opterei per un buon rosso, tipo Barbera, Refosco o Merlot.

Il secondo piatto sarebbe un assaggio del coniglio in umido di mia madre, una delle tante varianti del coniglio alla ligure, ricetta di famiglia super collaudata, abbinato a un Rossese di Dolceacqua e come contorno una caponatina di verdure.

Per quanto riguarda il dolce, senza dubbio il mio tiramisù con un passito di Pantelleria o un Albana passito…ma anche dei cantucci col vin Santo.

Credo che sarebbe un bel giro d’Italia enogastronomico anche se le opzioni sarebbero ancora innumerevoli, comprese le tante ottime proposte di pesce che la nostra cucina ci propone.

Grazie Tiziana, per averci fatto viaggiare assieme a te nei sapori ed averci aperto le porte della tua cucina, per averci portato in questo tour enogastronomico alla ricerca della tradizione e della identità italiana e delle tue origini.

Vi ricordiamo cari lettori che le foto che avete visto sono tratte proprio dal suo blog: sono sicura che tutti voi ora vorreste essere invitati per la sopra menzionata cena!

Se volete ispirazioni per la prossima cena o volete mettervi in contatto con Tiziana, vi lasciamo il link al suo sito qui.

Sei un viaggiatore? Vuoi vivere le stesse esperienze di Tiziana?

Visita il sito!

Condividi questo articolo con i tuoi amici

Come funziona Rolling Pandas?

req

Crea il tuo viaggio

  • Viaggia in tutto il mondo
  • Scopri 1000+ tour organizzati
  • Più di 200 partner scelti con cura
prev

Ricevi il preventivo

  • Manda la tua richiesta senza impegno
  • Ricevi il preventivo da un esperto locale
  • Prenota con un clic
go

Parti in sicurezza

  • Piattaforma per pagamenti sicuri
  • Utilizzato da centinaia di viaggiatori
  • Opzioni di pagamento flessibili

Vuoi fare un viaggio su misura?

mood_bad
  • Non ci sono commenti
  • chat
    Aggiungi un commento
    keyboard_arrow_up