Racconti in valigia: emozioni e racconti di viaggio, in famiglia

Viaggiare in famiglia può non sembrare semplice: la scelta della meta, affrontare l’aereo, le valigie da fare che assomigliano di più a traslochi. Se vi sentite in questa situazione vi consigliamo di leggere questa intervista che chiarirà i vostri dubbi in merito e vi darà anche preziosi consigli!

Abbiamo infatti  intervistato Micaela, autrice del blog Tre uomini e una donna  che ci ha parlato delle sue esperienze di viaggio, con tutta la famiglia, e ci ha inoltre svelato degli utili tucchi per un viaggio low cost!

Ecco a voi la sua intervista:

Raccontaci un pò di te e di come nasce Treuominieunadonna;

Eravamo in vacanza a Lanzarote e verso la fine della vacanza, in terrazza davanti a un ultimo aperitivo, parlando con mio marito gli ho detto: perché quando torniamo dai nostri viaggi ho una voglia matta di raccontare ogni dettaglio, far vedere foto e trasmettere le mie emozioni e in pochi hanno voglia di ascoltare veramente? Ci sarà qualcuno a cui interessa davvero conoscere, sapere.. E da lì l’idea: inventiamoci un blog, raccontiamo di come si possa continuare a viaggiare con i bambini, spendendo poco e senza farsi mancare nulla. E soprattutto divertendosi. Quindi volevo un blog divertente, non pesante, con info utili ma non da Wikipedia.. esperienze vissute ed emozioni provate. Si, soprattutto emozioni. Il nome è nato subito: io sono la donna disperata che convive con tre uomini chiassosi, chiacchieroni, vivaci, ma allegri fino all’osso! Treuominieunadonna, nome che cita il celeberrimo film ( divertente appunto) tre uomini e una gamba, che cita a sua volta un libro spassosissimo: tre uomini e una barca.

Tra i numerosi viaggi che avete fatto, quale è stato quello che vi ha affascinato di più e perchè?

Il viaggio più affascinante? Tantissimi, difficile dire quale. La Polinesia Francese per la pace che si respira, il profumo di tiarè, i grandi animali subacquei… L’Islanda perché scava nel profondo, nella sua desolazione e nei suoi paesaggi infiniti e solitari regala la voglia di conoscersi a fondo, di riflettere sul piccolo posto che occupiamo nel mondo. Infine direi Cuba, perché conoscere quel popolo ti apre nuove vedute. Capisci che serve poco per essere felici. Si torna cambiati, se si viaggia come noi, zaino in spalla, all’avventura e con il cuore aperto a nuove esperienze, senza pregiudizi.

Cosa non manca mai nella vostra valigia (o zaino) per una vacanza familiare?

Nella nostra valigia non manca mai.. la valigia.. tutto il resto è superfluo! A parte gli scherzi, con anni di viaggi alle spalle abbiamo imparato a viaggiare leggeri. Uno zaino a testa, non di più. Pochissimi cambi, i vestiti si possono lavare. Il resto eventualmente si può comprare. Noi portiamo sempre una macchina fotografica, un taccuino su cui scrivo subito le mie emozioni in viaggio e dei microgiochi da viaggio per intrattenere i miei bimbi.

Ho visto che siete degli esperti nell’organizzazione di viaggi low cost.  Potete darci 3 consigli affinchè anche i nostri lettori possano organizzarsi al meglio?

Per viaggiare low cost

  1. Non bisogna fossilizzarsi su una meta. Occorre cambiare in base al periodo, in base alla stagionalità di un luogo, a quanto anticipo si ha. Se si vola, meglio partire di martedì, e rientrare il giovedì, anche della settimana successiva. Serve anche cambiare aeroporto di partenza o di arrivo.  Combinare tratte, scali. Vedere lo scalo come un’ opportunità per girare velocemente una città e non come una perdita di tempo.
  2. Quando i voli costano troppo, magari sotto ai ponti, avvicinare la meta e partire per un bel on the road in Europa.
  3. Risparmiare sugli alloggi provando a cercare case in affitto o stanze in b&b presso i locali. Viaggiare all’estero e farsi ospitare dalle famiglie, vuol dire conoscere da vicino culture lontane dalle nostre. Cosa che l’hotel o il resort non possono offrire. Ma questo è il nostro modo di viaggiare, non è quello di tutti. Noi ci adattiamo a tutto e soprattutto i nostri bimbi hanno imparato a capire che non serve solo un mini club per divertirsi. Ma ognuno ha il suo modo di viaggiare e c’è spazio per tutti.

Buon viaggio..

Le foto che vedete sono state tutte tratte dai loro viaggi, vi è venuta voglia di partire no? Il panda ha già comprato i biglietti per sè e Se voi volete trarre ispirazioni per i vostri viaggi, seguire le avventure di questa bella famiglia o mettervi in contatto con Micaela, vi lasciamo il link al suo sito  qui.

Sei un viaggiatore? Vuoi vivere le le stesse esperienze di Micaela?

Visita il sito!

Condividi questo articolo con i tuoi amici

Come funziona Rolling Pandas?

req

Crea il tuo viaggio

  • Viaggia in tutto il mondo
  • Scopri 1000+ tour organizzati
  • Più di 200 partner scelti con cura
prev

Ricevi il preventivo

  • Manda la tua richiesta senza impegno
  • Ricevi il preventivo da un esperto locale
  • Prenota con un clic
go

Parti in sicurezza

  • Piattaforma per pagamenti sicuri
  • Utilizzato da centinaia di viaggiatori
  • Opzioni di pagamento flessibili

Vuoi fare un viaggio su misura?

mood_bad
  • Non ci sono commenti
  • chat
    Aggiungi un commento
    keyboard_arrow_up