Racconti in valigia: Edoardo e il mondo del luxury trip

Edoardo, esteta e founder del blog Edoardoalaimo.com, ci ha guidato alla scoperta dei viaggi che  predilige: relax e comfort! Siete curiosi di scoprire cosa ha raccontato al Panda?

Ecco per voi la sua intervista:

Raccontami qualcosa su di te e come nasce il tuo blog

Sono Edoardo Alaimo, classe 1992, laureato in comunicazione d’impresa e ho da poco conseguito  un master in marketing management.  Sono il founder del Luxury blog www.edoardoalaimo.com e fuori dalla rete, lavoro per una nota compagnia del settore Luxury accomodation. Non amo molto la definizione di blogger  o influencer. Preferisco piuttosto definirmi un esteta, a cui piace raccontare il bello in tutte le sue forme, servendosi della rete e della comunicazione digitale.

edoardoalaimo.com è un blog internazionale nato nel 2010 come progetto amatoriale – proseguito poi  con un totale rinnovo ed ampliamento nel 2010 – che come uno scrigno racchiude il meglio del lusso italiano ed internazionale.

Moda, Alta gioielleria e orologeria, travel e lifestyle, sono alcune delle tematiche principali trattate nel mio sito.

 Il Lusso è il fil rouge di tutti i contenuti. Quest’ultimo è per me un concetto molto profondo, non superficiale, che racconta di un saper fare eccellente, di creatività, di ingegno e sopratutto tantissimo di lavoro.

Quale caratteristica/comfort  non può mancare in uno dei tuoi viaggi?

Amo viaggiare scegliendo situazioni che possano garantirmi estremo confort. Quando parto per lavoro o piacere infatti, non rinuncio mai alle comodità. Oltre ai grandi alberghi dei circuiti internazionali, amo molto soggiornare in dimore storiche con architettura locale. In questo modo, mi sembra di essere più a contatto con il territorio e sue tradizioni. Scelgo sempre strutture infatti, che non potrebbero trovarsi in un altro luogo se non in quello dove sono ubicate.

 

Nel mio ultimo viaggio a Barcellona per esempio, ho scelto un Hotel progettato  da Lluís Domènech i Montaner, uno degli architetti fondatori dello stile modernista Catalano. La sua architettura è unica al mondo. Un luogo in cui soggiornare diventa unico quando ti sembra di ritornare indietro nel tempo.

Raccontaci dell’esperienza travel che più ti ha affascinato

Viaggiando spesso, sono molteplici le situazioni e i luoghi che mi hanno affascinato. Uno dei territori che mi ha più sorpreso è un’isola: Santorini. Per anni ho evitato la Grecia, credendola, ingenuamente, troppo simile alla Sicilia (mia isola natia) per paesaggi ed atmosfera. Tuttavia, una volta arrivato a Santorini, mi sono dovuto totalmente ricredere. E’ un luogo davvero Unico al mondo, data la sua posizione privilegiata sulla Caldera, dove i tramonti diventano dei dipinti naturali e le scalette a picco sul mare unite al blu delle Cupole delle chiese, creano un senso di profonda leggerezza e di ritrovato equilibrio. Credo che tutti debbano visitare Santorini almeno una volta, è un viaggio spirituale ed estetico davvero straordinario!

Hai qualche consiglio per la pianificazione di un itinerario di viaggio?

Personalmente non parto mai senza aver consultato prima almeno una guida. Partire “all’avventura” non è propriamente nel mio stile. Per questo mi piace arrivare avendo già selezionato alcuni ristoranti tipici e con una mappa generale dei luoghi che vorrei visitare durante il mio soggiorno. Importanti sono anche tutte le info sulle festività o chiusure straordinarie in modo da non rimanere delusi se poi un museo o luogo pubblico risultasse chiuso.

La cosa più importante che posso consigliare è quella di costruire un proprio itinerario. Nel senso che non tutti i luoghi “di comune interesse” lo sono realmente per tutti. Quando sono andato a Vienna – per fare un esempio – sono stato un pomeriggio intero all’interno delle gallerie del Dorotheum, la casa d’aste più famosa della città nonché una delle più famose in Europa. Oppure, sempre a Vienna, ho visitato una giornata intera il Leopold Museum, data la mia grande passione per Egon Schiele e Gustav Klimt. Ricordo di essere stato circa un’ora davanti il quadro “La Vita e La morte” di Klimt. Questa tipo di visite, magari potrebbero risultare noiose per tantissime altre persone ma è questa la mia idea di viaggio e di personalizzazione. Se coltivate delle passioni particolari, ricercate nella città che visitate il modo di appagarle e dedicate il vostro tempo a ciò che vi fa stare bene, costruendo il Vostro itinerario e non seguendo quello condotto dagli altri. Il viaggio deve essere unico per voi; custom made è la parola chiave!

Ringraziamo Edoardo per averci portato nel suo mondo e spiegato cosa significa per lui viaggiare.  Vi ricordiamo che le foto sono tratte proprio dalle esperienze di Edoardo!

Se volete mettervi in contatto con Edoardo per dei consigli per il prossimo viaggio potete trovare il suo blog qui

Sei un viaggiatore? Vuoi provare a viaggiare e vivere le stesse esperienze di Edoardo?

Visita il sito!

Condividi questo articolo con i tuoi amici

Come funziona Rolling Pandas?

req

Crea il tuo viaggio

  • Viaggia in tutto il mondo
  • Scopri 1000+ tour organizzati
  • Più di 200 partner scelti con cura
prev

Ricevi il preventivo

  • Manda la tua richiesta senza impegno
  • Ricevi il preventivo da un esperto locale
  • Prenota con un clic
go

Parti in sicurezza

  • Piattaforma per pagamenti sicuri
  • Utilizzato da centinaia di viaggiatori
  • Opzioni di pagamento flessibili

Vuoi fare un viaggio su misura?

mood_bad
  • Non ci sono commenti
  • chat
    Aggiungi un commento
    keyboard_arrow_up