Racconti in valigia: Di amore per i viaggi, una passione comune

In questo primo martedì di luglio il Panda inizia la giornata con una bellissima intervista ad una coppia di appassionati viaggiatori.

Abbiamo infatti  intervistato Martina e Saverio, autori del blog AlwaysIthaka  che ci hanno parlato dei loro viaggi e dei loro sogni.

Ecco a voi la sua intervista:

Siamo Saverio e Martina, due appassionati viaggiatori. La nostra storia è cominciata per caso, ci siamo conosciuti una sera estiva in un pub Milanese e non ci siamo più lasciati. Dopo qualche anno e qualche viaggio abbiamo sentito l’esigenza di creare un blog dove raccontarci e dove condividere con altri amanti dei viaggi tutto ciò che avevamo imparato. Nell’aprire Alwaysithaka ci siamo dati un obiettivo ben preciso, creare una piattaforma che fosse in grado di dare consigli non solo pratici, ma anche etici e sostenibili.

Siamo infatti convinti che i viaggiatori possano impiegare al meglio questa loro vocazione scegliendo esperienze, pernottamenti e strutture locali che tutelino gli animali ed il loro ecosistema. Nel blog raccontiamo anche gli aspetti politici e sociali dei paesi che visitiamo. Il nome del nostro blog fa riferimento alla splendida poesia di Kavafis, Ithaka. Per noi Ithaka non è un luogo fisico ma la nostra persona, ciò che diventiamo viaggio dopo viaggio e ciò con cui ci confrontiamo ogni giorno. Ithaka è tutti i nostri viaggi ma

anche la nostra casa, un puntino mobile nel mondo. Saverio è un Videomaker e fotografo professionista, attivo nel settore dal 2013. Sul blog si occupa di tutta la parte di programmazione, della produzione di contenuti video e soprattutto, di assaggiare tutti i cibi che gli capitano a tiro.

Martina è una studentessa alle prese con la magistrale in Relazioni Internazionali e lo studio del Giapponese. Ha imparato a fotografare seguendo Saverio ed ora esige il monopolio sulla sua macchina fotografica. Per il blog scrive, fotografa e perde tempo sulle pagine instagram dei Carlini.

Com’è nata la vostra passione per i viaggi?

Di Solito rispondiamo a questa domanda dicendo che secondo noi è una questione genetica, il nostro DNA ci ha condannati a viaggiare prima ancora che avessimo scelta. Scherzi a parte, i viaggi sono stati una componente fissa nella nostra vita fin da bambini. Quando poi, una volta cresciuti, ci siamo incontrati abbiamo presto sentito l’esigenza di uscire dal paese e scoprire luoghi nuovi insieme. Oggi siamo animati dal desiderio incontrollato di visitare il mondo nel modo più autentico possibile, scoprendone usi e costumi, amandone i sapori e collezionando modi di dire locali. 

Quale è stato un viaggio particolarmente interessante per voi?

Il viaggio più interessante per noi è stato il Nepal nel 2015. Avevamo da poco prenotato i biglietti quando il paese è stato colpito da un forte terremoto. All’inizio eravamo indecisi sul da farsi ma, infine, abbiamo optato per partire lo stesso. Una volta giunti a Kathmandu ci siamo resi conto di aver fatto la miglior scelta possibile. Le persone ci fermavano in strada per ringraziarci per il semplice fatto di essere lì a riportare normalità nell’economia squassata dal terremoto. Abbiamo visto la distruzione e le stragi causate dal crollo

di templi e palazzi ma al contempo abbiamo scoperto la fierezza dei Nepalesi, pronti a ricominciare senza dimenticare. Durante la nostra permanenza abbiamo vissuto di tutto, dai viaggi nelle strade di montagna costruite sugli strapiombi, alle passeggiate nella giungla. Il Nepal per noi è stato un carosello emotivo non indifferente che ci ha cambiati profondamente. Durante le notti in città tra un black out e l’altro abbiamo

sentito qualcuna delle frequenti scosse di assestamento e ascoltato i racconti dei sopravvissuti. A Pokhara abbiamo visitato i rifugi degli esuli tibetani, assaggiato piatti così piccanti da far piangere Martina e fatto free climbing nelle grotte sotterranee. Nel Terai abbiamo visto coccodrilli troppo grossi avvicinarsi alla nostra canoa, corso sotto i monsoni e osservato enormi buoi rinfrescarsi in pozze all’apparenza piccolissime. Il Nepal lo ricordiamo come il nostro viaggio più intenso, più autentico e più importante.

Sogno nel cassetto in quanto a viaggi?

Il giro del mondo vale come risposta? In ogni caso abbiamo qualche viaggio nel cassetto che vorremmo realizzare più prima che poi. Forse quelli ci che preme realizzare al più presto sono quelli alle Savlbard e in Antartide passando dalla Patagonia. Le Svalbard occupano la cima della lista per la presenza di orsi polari allo stato brado, una rarità condivisa solo con Canada e Russia. L’Antartide è il sogno di sempre, il continente dei ghiacci abitato solo da foche, pinguini ed orche. Certo, anche un bel giro nelle isole del Pacifico non sarebbe male, anzi direi che questa è la nostra top tre. In ogni caso abbiamo una certa fretta di realizzarli poichè a causa del surriscaldamento globale i ghiacci si stanno sciogliendo sempre più in fretta minacciando gli orsi polari e innalzando il livello del mare al punto da poter fagocitare un giorno alcune tra le isole più belle del mondo.

 

Il Panda ha già comprato i biglietti per un nuovo viaggio. Ricordiamo inoltre che le foto in questo articolo sono tratte dal loro profilo Instagram. Se voi volete trarre ispirazioni per i vostri viaggi, seguire le avventure o mettervi in contatto con Martina e Saverio, vi lasciamo il link al loro sito  qui.

Sei un viaggiatore? Vuoi vivere le le stesse esperienze di Martina e Saverio?

Visita il sito!

Condividi questo articolo con i tuoi amici

Come funziona Rolling Pandas?

req

Crea il tuo viaggio

  • Viaggia in tutto il mondo
  • Scopri 1000+ tour organizzati
  • Più di 200 partner scelti con cura
prev

Ricevi il preventivo

  • Manda la tua richiesta senza impegno
  • Ricevi il preventivo da un esperto locale
  • Prenota con un clic
go

Parti in sicurezza

  • Piattaforma per pagamenti sicuri
  • Utilizzato da centinaia di viaggiatori
  • Opzioni di pagamento flessibili

Vuoi fare un viaggio su misura?

mood_bad
  • Non ci sono commenti
  • chat
    Aggiungi un commento
    keyboard_arrow_up