Racconti in valigia: “Dai viaggi riporto sempre con me i colori e i sapori”

Torniamo dai viaggi carichi di souvenir, di foto e di ricordi, ma per gli appassionati di cucina i “Souvenir” più importanti sono i profumi, i sapori, i colori della cucina tradizionale che, una volta tornati in patria, andranno a mescolarsi, a fondersi con le ricette già conosciute, divenendo fonte di ispirazione per nuovi piatti. Di questo e molto altro abbiamo parlato oggi con Sandra, autrice del blog “Sono io, Sandra!” nel quale troverete gustose ricette per ogni occasione!

Ecco a voi le sue parole:

Ci racconti qualcosa di lei  e di come nasce il suo blog;

Sono sempre stata appassionata di cucina, mi è sempre piaciuto mangiare bene e vengo da una famiglia di cuochi eccellenti.

Con l’avvento di internet ho cominciato a seguire i vari FOODblog che nascevano e ad appassionarmi ai racconti, alle ricette. Dopo qualche anno di “pensamenti” ho deciso che si, potevo aprire un blog tutto mio, il periodo non era felicissimo per me e avevo bisogno di una iniezione di energia, per questo il blog si doveva chiamare IO SONO SANDRA ma su blogspot era già stato usato ed è diventato  SONO IO, SANDRA

Quasi per gioco, soprattutto per divertimento. Il blog invece mi ha regalato tante amiche, tanti amici, tanti viaggi, tante conoscenze e tante emozioni che non avrei mai immaginato.

E con una di queste amiche ho inventato una raccolta, Panissimo, che è stata seguita in tutta Europa: la nostra “fissazione” per i lieviti ci ha portato a conoscerci meglio e ad avere la voglia di mettersi in gioco, di conoscere, di scoprire i pani da tutta Europa. Sono stati anni molto appassionanti.

Poi è arrivata la fotografia: io ho sempre dipinto e quindi passare alla macchina fotografica è stato facile, e con le fotografie sono arrivate altre soddisfazioni, addirittura un libro con una delle cantine vinicole più importanti d’Italia.

E poi siamo qua, si viaggia, si scrive, si fotografa, si cucina…..

 

Quali emozioni le da la cucina? Sono simili per lei alle emozioni di un viaggio? Il viaggio diventa per lei fonte di ispirazione per nuove ricette?

La cucina mi rilassa, mi rimette in pari con il mondo. Se impasto, se infilo le mani nell’impasto del pane poi è come una magia, immediatamente la tempesta dentro di me si placa e si distente e tutto diventa un po’ più gestibile. E poi l’emozione di condividere il cibo con le persone che amo, con le persone che fanno parte della mia vita è bellissima.  Dai viaggi prendo sempre ispirazione, sono una donna curiosa, ho la (S)fortuna di non essere allergica a niente e mi piace tutto, ho la tendenza ad assaggiare quindi quello che non conosco. Dai viaggi riporto sempre con me i colori e i sapori. A casa ci provo, replico i sapori dei piatti assaggiati e magari vario con ingredienti nostrani.

Quando seleziona i ristoranti, quali criteri usa? Quanta importanza dà all’estetica del locale e del piatto?

Un buon ristorante DEVE avere  ingredienti di prima scelta, d’eccellenza. Prediligo quindi ristoranti che so usare ingredienti autoctoni e provenienti da piccole realtà produttive delle zone di origine e cucinati con maestria.

Un buon ristorante deve anche avere un buon servizio e dei locali accoglienti e armoniosi perchè non si mangia solo quello che si ha nel piatto ma si gode anche di tutto l’ambiente.

Se il viaggio dovesse venire da lei, ovvero se dovesse preparare una cena a dei turisti stranieri, quali ricette sceglierebbe tra quelle del suo blog?

Cucina tipicamente italiana, toscana, fiorentina a partire dal pane sciocco con l’aggiunta di una farina diversa, la canapa – http://www.sonoiosandra.it/pane-a-spirale-integrale-con-farina-di-canapa/, un antipasto come l’estate in un vasetto http://www.sonoiosandra.it/cookstock-2018-il-lido-manderino-noi-e-lestate-in-un-vasetto/  un primo piatto come i fagottini al cavolo nero su fonduta di pecorino –http://www.sonoiosandra.it/fagottini-cavolo-nero-caprino-fonduta-formaggio/

per secondo una tagliata di carciofi e code di gamberi – http://www.sonoiosandra.it/tagliata-di-carciofi-e-code-di-gambero-con-emulsione-di-acqua-di-pomodoro-e-olio-extra-vergine-igp-toscano/  e per finire un ceesecake  http://www.sonoiosandra.it/ceesecake-senza-cottura-topping-fragole-e-mirtilli/

Grazie a Sandra per aver condiviso con noi il suo tempo ma sopratutto la sua passione per la cucina ed il legame che questa ha con il viaggio. Dopo aver visto le foto di questo menù vorreste essere dei turisti invitati a cena da Sandra? Non vi preoccupate, anche io e il Panda ci sentiamo così!

Vi ricordiamo che se siete rimasti con l’acquolina in bocca vedendo queste foto delle ricette di Sandra, o se volete contattarla vi lasciamo il link al suo blog qui.

Sei un viaggiatore? Vuoi vivere le stesse esperienze Sandra?

Visita il sito!

Condividi questo articolo con i tuoi amici

Come funziona Rolling Pandas?

req

Crea il tuo viaggio

  • Viaggia in tutto il mondo
  • Scopri 1000+ tour organizzati
  • Più di 200 partner scelti con cura
prev

Ricevi il preventivo

  • Manda la tua richiesta senza impegno
  • Ricevi il preventivo da un esperto locale
  • Prenota con un clic
go

Parti in sicurezza

  • Piattaforma per pagamenti sicuri
  • Utilizzato da centinaia di viaggiatori
  • Opzioni di pagamento flessibili

Vuoi fare un viaggio su misura?

mood_bad
  • Non ci sono commenti
  • chat
    Aggiungi un commento
    keyboard_arrow_up