Racconti in valigia: consigli di viaggio da una esperta di moda

Oggi il Panda ha avuto la fortuna di intervistare una donna che, grazie alla sua determinazione e passione, è riuscita ad avere grande successo, e a portare il suo blog, Mixel Chic, a lavorare con importanti case di moda. Abbiamo infatti intervistato per voi Elena Palieri.

Siete curiosi di sapere cosa ci sarà nella valigia di una esperta di moda come lei, e nel suo “cassetto dei viaggi”?

Non vi resta che leggere l’intervista!

Ci racconti un pò di lei e di come nasce Mixelchic

Mi chiamo Elena Palieri, ho 31 anni e sono founder del blog Mixelchic e Managing Director di Alterego Creative, agenzia di marketing e comunicazione creativa.

 

Sono un’imprenditrice, una donna che lavora, un’appassionata di avventure ingorda di adrenalina, una fumettista, un’artista, un’amante di Jack Kerouac appassionata della vita ed una performer di burlesque. Mi piace definirmi “Luciana Littizzetto alla Playboy Mansion” per aver conquistato nel tempo un posto all’interno del panorama digital italiano più grazie alla mia intraprendenza che al mio aspetto estetico.

 

Nel 2010 ho fondato il blog Mixelchic, un contenitore virtuale con una storia costellata di piccoli e grandi progetti creativi che, conditi da tanta passione mi hanno portato ad ottenere diversi riconoscimenti e soddisfazioni:

Nel 2014 ho partecipato al Congresso Nazionale Consulenti del Lavoro, portando Mixelchic come esempio di successo nelle startup legate allo sviluppo attraverso i nuovi media.

Sempre nel 2014 ho avuto l’onore di presentare Mixelchic come business di successo al Palazzo della Regione, a Milano, accanto a Mc Dondald’s e IGP Decaux.

 

Nel 2015, matenendo viva la mia passione per i trend e la comunicazione, ho mosso i miei primi passi nel mondo dell’innovazione scoprendo la stampa 3D e proseguendo con un percorso di formazione in business coaching, conclusosi a Nizza nel 2016.

 

Nel 2016 nasce anche Bodypositeam Italia, un gruppo co-fondato con altre 6 curvy blogger, promotore della valorizzazione della propria estetica, indipendentemente dalla taglia.

 

Nato come blog personale, Mixelchic ha subito nel corso degli anni diverse trasformazioni che lo hanno portato prima ad una evoluzione come valido strumento di impresa e poi come canale intermedio sul quale, attraverso partnership e sponsorizzazioni, è stato possibile promuovere brand e prodotti con un approccio lifestyle di nativa advertising sempre pulito e trasparente.

 

Passando attraverso diverse e naturali evoluzioni di stile e di pensiero Mixelchic è cresciuto con me ed è oggi un blog che parla di moda, look & stile, lifestyle ed etica, oltre ad offrire alcune basi di coaching. L’obiettivo di Mixelchic è quello di diffondere un messaggio positivo sostenendo uno stile di abbigliamento ed un modello di vita rilassato, trasparente, naturale, etico e soprattutto reale.

 

Dalla sua apertura ad oggi Mixelchic.it ha avuto diversi successi garantendo molteplici ed entusiasmanti esperienze insieme a: Gruppo Coin, Donna Moderna, BlackBerry, Dior, Chevrolet, Mercedes-Benz, BMW, Diesel, Luisaviaroma, Pepsi, Eastpak, Lancome, Camera Nazionale della Moda, Triumph, Microsoft e molti altri, sostenendo inoltre progetti charity insieme a Telethon e AIRC.

 

A partire da gennaio 2019 Mixelchic torna nella sua versione più fresca e originale.

Quale outfit e/o accessorio non può mai mancare nella sua valigia?

Mi piace viaggiare in moto, pernottando all’avventura in tenda e quindi ho spesso poco spazio a disposizione: porto sempre con me un abitino smilzo ed un abito lungo leggero e fluttuante per la sera, una felpa avvolgente in morbido pile e i miei jeans preferiti in caso di calo delle temperature.

Abbiamo visto nel suo blog anche proposte di ristorazione, generalmente quando viaggia come seleziona i ristoranti? Quali fonti di informazioni usa?

Mi affido spesso all’istinto: scelgo location accattivanti e generalmente preferisco piccoli rifugi o posticini semplici che offrono prodotti locali e/o cucina a km zero. Capita di concedermi esperienze gourmet ma più per curiosità verso l’esperienza stessa che per altro.

Tra i diversi viaggi che ha fatto, quale è stato il suo preferito e perchè? Inoltre, ha un viaggio nel cassetto?

Indubbiamente le Gorge du Verdon, in alta Provenza (FR) sono state un’esperienza straordinaria, che ripeto ogni anno come fosse la prima volta. Il parco nazionale del Mercantour offre panorami mozzafiato, con canyon e red rocks che hanno poco da invidiare ai colossi americani, le gole sono perfette per essere percorse in moto e il lago di Santa Croce è un’oasi di cascate e colori da vedere assolutamente.

Un’altra meta interessante è stata la Bosnia, in particolare la città di Mostare, con la sua interessante commistione di cristianità ed elementi di cultura islamica.

 

Un viaggio nel casse? La Lapponia nel periodo natalizio, l’Alaska ed un Coast to coast USA, rigorosamente a bordo di una Harley Davidson.

Grazie Elena per aver condiviso con noi la tua storia ed i  tuoi racconti di viaggio, e anche per averci trasmesso la tua determinazione ed energia!

Per chi desiderasse maggiori informazioni, o volesse  mettersi in contatto con Elena,  vi lasciamo il link al suo sito  qui.

Sei un viaggiatore? Vuoi vivere le le stesse esperienze di Elena?

Visita il sito!

Condividi questo articolo con i tuoi amici

Come funziona Rolling Pandas?

req

Crea il tuo viaggio

  • Viaggia in tutto il mondo
  • Scopri 1000+ tour organizzati
  • Più di 200 partner scelti con cura
prev

Ricevi il preventivo

  • Manda la tua richiesta senza impegno
  • Ricevi il preventivo da un esperto locale
  • Prenota con un clic
go

Parti in sicurezza

  • Piattaforma per pagamenti sicuri
  • Utilizzato da centinaia di viaggiatori
  • Opzioni di pagamento flessibili

Vuoi fare un viaggio su misura?

mood_bad
  • Non ci sono commenti
  • chat
    Aggiungi un commento
    keyboard_arrow_up