Racconti in valigia: Conoscere i sapori nel luogo in cui sono nati

Il viaggio può far nascere passioni, dare ispirazioni per un blog ma anche per delle invitanti ricette, può portarci nella cultura enogastronomica di un paese. Proprio di questo abbiamo parlato con Claudia, l’autrice del food blog La cuisine très jolie, nel quale propone ricette che uniscono culture diverse, innovazione e tradizione.

Ci racconti un pò di lei e di come nasce il suo blog;

Attualmente sono un’insegnante di grafica delle scuole superiori, che ha come secondo lavoro quello della blogger.

La storia del mio blog inizia nel 2011, quando l’ho aperto, un po’ per noia, un po’ per curiosità, stavo in Normandia, in un percorso studi universitario di un anno. Ero inebriata da quel mondo, dalla cucina francese, dalla vita parigina e dalle ragazze parigine stesse, così raffinate ed eleganti. Ho imparato subito alcune preparazioni dolci, anche se ll mio blog non è solo cucina francese, e non lo è mai stato, anche perché sarebbe solo un pezzo della mia esperienza culinaria.

Tornata in Italia ho continuato a lavorare al blog e un paio d’anni dopo sono arrivati i primi “lavori” veri e propri. Ogni anno poi sono continuati a crescere, oggi lavoro sia con la pagina che con i social.

I viaggi sono una fonte di ispirazione per la sua “cucina internazionale”? C’è stato un viaggio nello specifico che ha segnato una svolta dal punto di vista culinario o che l’ha affascinata particolarmente per la cucina locale?

Ci sono stati diversi viaggi da cui ho tratto ispirazione. In fondo quasi ogni cultura ha un aspetto gastronomico degno di attenzione. Primo fra tutti sicuramente la Normandia. Qui ho imparato la “cultura del burro”, ad apprezzare i frutti di mare (atlantici), ma anche modi vari e diversi di trattare la carne, come i vari paté, “le coq au vin” o “le canard à l’orange” per citare gli esempi più conosciuti. Poi i vini e i dolci.

In un viaggio a Gerusalemme ho avuto un assaggio delle spezie e della cucina mediorientale, così saporita e altrettanto interessante. Anche se questo aspetto l’ho approfondito maggiormente attraverso libri e letture al mio ritorno in Italia.

Ultimo e, forse insospettabile, direi un viaggio Polonia. Molti ignorano la cucina di questo paese, in realtà è ricchissima e interessante, i sapori sono nordici ma frutto di varie influenze, vale davvero la pena provarne i sapori, oltre che fare una visita a Varsavia.

Come seleziona i ristoranti? Quali fonti di informazione usa? Che importanza da all’aspetto esteriore del ristorante e dei piatti?

Normalmente cerco di affidarmi al passaparola. Quando progetto un viaggio c’è sempre un posto o due tipici, conosciuti e consigliati che mi segno sulla guida, ma per il resto, cerco di chiedere sul posto quali sono i locali migliori, magari non turistici. Col tempo ho notato che questa tecnica funziona molto meglio che affidarsi a qualche advisor online…

Non credo tanto all’importanza dell’aspetto esteriore di un ristorante. Pulizia a parte, che è un dettaglio che deve esserci sempre, mi è capitato di mangiare benissimo in cosiddette “bettole” e di non uscire soddisfatta da posti esteriormente molto belli e invitanti. Credo invece molto nell’accoglienza di un locale e nella cosiddetta “atmosfera”, in quei posti che ti fanno sentire subito a tuo agio. Questo aspetto può sicuramente fare la differenza.

Ha un viaggio, anche enogastronomico, nel cassetto?

Ne dico uno anche se ce ne sarebbero almeno una dozzina. Sicuramente mi piacerebbe un’esperienza in Giappone. A casa preparo diversi piatti, dal sushi, al ramen, alla miso soup, ma basandomi unicamente sulle mie esperienze in ristoranti giapponesi in Italia. Credo che conoscere davvero questi sapori nei luoghi dove sono nati possa essere un’esperienza davvero arricchente, oltre che molto divertente.

Grazie a Claudia, per averci dedicato il suo tempo per la disponibilità e per aver condiviso con noi la sua concezione di cucina e viaggio. Le sue parole hanno messo al Panda e al suo team una grande voglia di viaggiare nei sapori e sono sicura che è accaduto anche a voi!

Le foto dei piatti che vedete in questa intervista sono tratte proprio dal suo blog… quindi se volete contattare Claudia,  oppure volete qualche idea per le ricette del weekend,  potete trovare il suo  sito qui

Sei un viaggiatore? Vuoi vivere le  stesse esperienze di Claudia?

Visita il sito!

Condividi questo articolo con i tuoi amici

Come funziona Rolling Pandas?

req

Crea il tuo viaggio

  • Viaggia in tutto il mondo
  • Scopri 1000+ tour organizzati
  • Più di 200 partner scelti con cura
prev

Ricevi il preventivo

  • Manda la tua richiesta senza impegno
  • Ricevi il preventivo da un esperto locale
  • Prenota con un clic
go

Parti in sicurezza

  • Piattaforma per pagamenti sicuri
  • Utilizzato da centinaia di viaggiatori
  • Opzioni di pagamento flessibili

Vuoi fare un viaggio su misura?

mood_bad
  • Non ci sono commenti
  • chat
    Aggiungi un commento
    keyboard_arrow_up