Racconti in valigia: Come Affrontare un Viaggio Preparati

Il Panda oggi ha avuto il piacere di intervistare Giulia, marketer, appassionata di viaggi e autrice del blog Non Solo Viaggi Mentali,  nel quale i lettori possono trovare utili consigli ed ispirazioni di viaggio!

Siete curiosi di sapere cosa ha raccontato al Panda? Ecco per voi la sua intervista:

Raccontami qualcosa su di te e su come nasce il tuo blog

Non solo viaggi mentali nasce dalla voglia di aiutare le persone nell’organizzazione dei propri viaggi. Nasce tutto con il nostro secondo viaggio negli Stati Uniti: mi sono trovata a spulciare ogni angolo di internet alla ricerca di luoghi speciali che potessero rendere unico il mio on the road e non limitarci al classico viaggio nel west. Nel frattempo, una volta ritornati, la domanda ricorrente era come avessimo fatto a gestire tutto questo da soli. E li mi sono detta: perchè non aiutare chi vuole fare altrettanto, anche su mete che non conosco bene? Chi mi chiede aiuto per un viaggio ottiene lo stesso trattamento che darei all’organizzazione di un mio viaggio: attenzione ai particolari, piccole cose che nella loro semplicità lo rendono unico, esperienze che magari non sono considerate dalla massa. Prima ancora Non solo viaggi mentali nasce come sito studio, sono infatti una grafica con specializzazione in web e negli ultimi anni oltre a lavorare per l’azienda per cui sono marketing assistant, ho creato una piccola agenzia web (che ora si è trasformata in aziendona del settore, con un caro amico alla guida) e mi sono innamorata del lavoro che c’è dietro ad un sito, dalla SEO, al lavoro sui social. Lo governo tutta sola, in ogni particolare, come seguo personalmente le mie pagine social che sono ancora molto di nicchia (ma cresceranno!).

Come nasce la tua passione per i viaggi?

Viaggio da sempre perchè vengo da una famiglia che ama viaggiare. I miei genitori amano principalmente il mare, quindi ho fatto il pieno di isole greche e spagnole in passato, mentre da quando ho iniziato a viaggiare da sola ho cominciato ad includere città e montagna. Il primo viaggio “da sola” fu un viaggio studio che mi portò per un mese a Londra, oltre ad aver sancito il mio sterminato amore per questa città mi ha fatto capire come mi piace viaggiare e bilanciare le visite, unire cultura (musei, eventi soprattutto legati alla musica), momenti di completo relax, magari nel verde di un parco, e la scoperta del luogo che visito tramite i piedi: amo camminare, arrivare a fine della giornata soddisfatta e disfatta, rivedendo le foto scattate negli angoli molto spesso unici che si trovano esplorando in questo modo.

Quali sono i criteri che usi per decidere se una città o luogo vale la pena di essere visto o meno?


In generale non penso ci siano luoghi che meritano meno di altri di essere visti. Quello che ho imparato studiando le destinazioni per chi si è rivolto al mio blog è che molto spesso ci si ferma a quello che si sente raccontare e non si approfondisce veramente un luogo se non si sceglie di visitarlo. Prendo Dubai come esempio: l’idea di base è che sia una città per ricchi, turisti che hanno voglia di farsi spennare, mentre se si studia una visita si scoprirà che non è esattamente così. O meglio, può essere così, ma non per forza: studiando un alloggio furbo, usando i mezzi per spostarsi e la card per visitare la maggior parte delle attività proposte si può partire senza dover vendere un rene. Ci sono sicuramente luoghi che mi attirano più di altri, che “punto” da tempo (ho una bucketlist infinita) e che saranno visitati prima di altri. Solitamente prima mi documento e poi scelgo per dove partire: un giusto mix di natura e una città da scoprire solitamente sono le variabili che ricerco…anche se proprio ieri ho iniziato a studiare un tour per le terre rosse americane composto da location piuttosto sconosciute completamente a base di trail, natura selvaggia e tanti km da macinare!

Una meta molto gettonata ultimamente è Cuba, hai mai pensato di visitare questo paese?


Cuba è certamente una delle mete che mi piacerebbe visitare e che ho nel cassetto da parecchio tempo. Tra l’altro mi ci sto appassionando perchè vorrei proporla ad una coppia di amici come destinazione del loro viaggio di nozze. Che ne dite, potrebbe essere una buona via di mezzo tra relax e cultura?

Non so voi, ma il Panda ha già fatto la valigia per partire all’avventura! Le foto che avete visto sono state scattate proprio da lei nei suoi viaggi!

Se volete seguire le avventure di Giulia, oppure volete ispirazione per il prossimo viaggio  o mettervi in contatto diretto con lei,  vi lasciamo il link al suo sito qui.

Sei un viaggiatore? Vuoi vivere le stesse esperienze di Giulia?

Visita il sito!

Condividi questo articolo con i tuoi amici

Come funziona Rolling Pandas?

req

Crea il tuo viaggio

  • Viaggia in tutto il mondo
  • Scopri 1000+ tour organizzati
  • Più di 200 partner scelti con cura
prev

Ricevi il preventivo

  • Manda la tua richiesta senza impegno
  • Ricevi il preventivo da un esperto locale
  • Prenota con un clic
go

Parti in sicurezza

  • Piattaforma per pagamenti sicuri
  • Utilizzato da centinaia di viaggiatori
  • Opzioni di pagamento flessibili

Vuoi fare un viaggio su misura?

mood_bad
  • Non ci sono commenti
  • chat
    Aggiungi un commento
    keyboard_arrow_up