Racconti in valigia: Alla scoperta del viaggio in sella

In questo lunedì parliamo di un argomento molto interessante, quello del viaggio in bicicletta. Siamo infatti entrati in contatto con Davide, autore del blog Ciclismo Passione ed esperto ciclista

Ecco a voi le sue parole:

Parlami un po’ di te e del tuo blog

Mi chiamo Davide Petucco e sono da sempre un appassionato di ciclismo.

Il ciclismo è uno sport fantastico, che regala grandi emozioni e soddisfazioni, ma chiede in cambio molto del tuo tempo libero.

Quando hai famiglia, con due bimbe piccole e un lavoro impegnativo, hai ben poco tempo per uscire in bici. Era la mia situazione nel 2009. E così, invece di cadere in preda alla frustrazione, mi sono chiesto “chissà quanti appassionati di ciclismo hanno il mio stesso problema”. E così ho aperto un piccolo blog amatoriale “CiclismoPassione.com”.

In questo blog ho iniziato a scrivere articoli cercando soluzioni per vivere al meglio la passione anche quando si ha poco tempo a disposizione.

Ed ho scoperto che là fuori c’erano migliaia di ciclisti impegnati come me, sempre alla ricerca del modo per potersi allenare tra le pieghe degli impegni della vita quotidiana.

Ho iniziato così a crearmi un seguito di lettori affezionati che hanno iniziato a chiedermi delle informazioni sempre più approfondite per allenarsi con poco tempo a disposizione. Così, in quel periodo ho raccolto in un ebook il frutto delle mie lunghe ricerche, test, tecniche per allenarsi in modo efficace anche con pochissimo tempo. E ho iniziato a vendere con successo questo ebook.

Da allora non mi sono più fermato. Ho continuato ad ascoltare le richieste dei miei lettori e a creare per loro delle soluzioni. Non più da solo, ma avvalendomi della collaborazione di alcuni esperti in diverse aree tematiche.

Oggi a distanza di 10 anni da quel piccolo blog amatoriale, CiclismoPassione continua ad essere la mia passione ed è diventato uno dei blog più seguiti d’Italia, sicuramente il primo per quanto riguarda i corsi online dedicati ai cicloamatori.

Come scegli solitamente le mete dei tuoi viaggi?

So che da me ci si aspetterebbe di sentirsi grandi racconti di viaggi in bicicletta.

Invece no.

Per quanto sia nei miei progetti a breve termine un grande e avventuroso ciclo-viaggio, solitamente la bici rimane a casa e scelgo le mie mete in base alle passioni e alle preferenze della mia famiglia.

Noi amiamo molto il mare, quindi cerchiamo sempre mete che ci permettano di unire mete balneari e luoghi interessanti da visitare.

Per esempio, abbiamo fatto un viaggio itinerante in Andalusia, sempre con ritmi adatti alle nostre figlie, unendo la visita a splendide città come Malaga, Siviglia, Cordoba, Cadice, Tarifa, a giornate interamente dedicate al relax e al divertimento in spiaggia.

Pensa che anche quando siamo stati a New York, non abbiamo resistito al richiamo del mare, e abbiamo passato una giornata sulla spiaggia di Coney Island a Brooklin con bagno nell’oceano !

Viaggio in sella: pro e contro

Come detto, non sono un grande ciclo-viaggiatore, tuttavia seguo molto da vicino questo mondo affascinante e conosco bene pro e contro.

Sicuramente la libertà di viaggiare in bicicletta è qualcosa di unico. Lo vedo anche nei miei giri in giornata. Parti, hai una meta, ma ciò che conta è il viaggio che fai, non tanto quando e dove arriverai.

Non credo esistano altri mezzi che diano lo stesso senso di libertà e armonia con la natura.

In più, viaggiare in bici è economico e non inquina.

I contro ?

Beh, la situazione delle strade e del traffico, in Italia è certamente un problema. Consiglio a chi vuole intraprendere un viaggio in sella, di consultare i tanti ottimi siti presenti in rete sull’argomento dove sono disponibili degli itinerari su piste ciclabili o comunque strade poco trafficate.

Per il resto, serve un po’ di allenamento. Non tanto per fare segnare qualche record di percorrenza, ma perché seppure stiamo viaggiando solo per diletto, quanto più saremo preparati, tanto maggiore sarà il nostro divertimento e non correremo il rischio di rimpiangere l’automobile !

3 consigli che ti senti di dare a chi vuole iniziare ad avvicinarsi al mondo del ciclismo

A chi vuole avvicinarsi a questo mondo do subito un avvertimento : attenzione, causa dipendenza !

Provo a dare 3 consigli pratici:

1 – Inizia senza aspettative: i progressi arriveranno

Spesso chi inizia ad andare in bici, lo fa perché l’amico o il collega racconta di imprese epiche. O perché rimane affascinato dalle gare dei professionisti alla TV.

Altrettanto spesso però, ricevo messaggi dai miei lettori, frustrati perché dopo un mese di allenamenti massacranti, non riescono “a stare a ruota” dell’amico o a scalare una salita in un certo tempo.

Il consiglio che mi sento di dare è quindi di partire dalle basi.

Come si fa per un corso di tennis o di nuoto. Cura la tecnica, impara a pedalare (sembra banale ma non è come andare con la bici a fare la spesa), dai tempo al tuo fisico di adattarsi ai nuovi stimoli allenanti che gli stai offrendo.

2 – Sii costante

Come detto, il tuo fisico ha bisogno di tempo per adattarsi ai nuovi stimoli allenanti. La chiave per ottenere reale beneficio dall’allenamento è la costanza. Attenzione, non vuol dire che devi uscire ogni giorno in bici e massacrarti di chilometri.

Ricorda che il recupero, quindi un giorno, due o tre di riposo, fanno parte dell’allenamento e spesso sono più utili di un uscita.

Cerca però di non lasciare mai passare troppo tempo tra un’uscita e l’altro. C’è una vecchia regola non scritta nel ciclismo che dice di non lasciar passare più di 3 giorni tra un’allenamento e il successivo.

3 – Esci con un gruppetto di amici più allenati

Questa è la terza fase, da mettere in pratica SOLO quando ti senti pronto. Uscire con un gruppetto di amici più allenati ed esperti di te, ti aiuterà da un lato ad alzare l’asticella, a capire a che punto sei con la preparazione, e dall’altro ti insegnerà i piccoli trucchi del ciclista: come stare a ruota per prendere poca aria, come affrontare le curve, come fare le discese, come segnalare i pericoli ai compagni ecc.

E’ un mondo tutto da scoprire, un viaggio che richiede qualche sforzo iniziale, ma da cui non si torna indietro.

Buone pedalate !

 

Grazie Davide per averci dedicato il tuo tempo ed aver condiviso con noi le tue esperienze.

Per tutti coloro che vogliono ispirazioni per il prossimo viaggio e per il mondo in sella,  o desiderano mettersi in contatto con Davide, vi lasciamo il link al suo sito  qui.

Sei un viaggiatore? Vuoi vivere le le stesse esperienze di Davide?

Visita il sito!

Condividi questo articolo con i tuoi amici

Come funziona Rolling Pandas?

req

Crea il tuo viaggio

  • Viaggia in tutto il mondo
  • Scopri 1000+ tour organizzati
  • Più di 200 partner scelti con cura
prev

Ricevi il preventivo

  • Manda la tua richiesta senza impegno
  • Ricevi il preventivo da un esperto locale
  • Prenota con un clic
go

Parti in sicurezza

  • Piattaforma per pagamenti sicuri
  • Utilizzato da centinaia di viaggiatori
  • Opzioni di pagamento flessibili

Vuoi fare un viaggio su misura?

mood_bad
  • Non ci sono commenti
  • chat
    Aggiungi un commento
    keyboard_arrow_up